Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

martedì, ottobre 10, 2006

 

in giornate come queste

quando non si riesce a eliminare dalla nostra vita una costruzione inutile ma moralmente salvifica (e in quanto tale assai opinabile) come il limbo, non si capisce perché questo blog debba ancora sopravvivere.
per chi non lo avesse capito, questo blog non avrà ulteriori contributi.

mercoledì, giugno 21, 2006

 

madamina il catalogo è questo

volver in giostra.
volver alla koan.
la già vista volver.
auro sorride vista da corrado (e non è fra quelle che ha fatto la mia preferita).
ora le prove confermerebbero che ho sorriso di più sto weekend che in tutta la mia vita. fatto salvo che non è vero, evidentemente si potrebbe pensare che io abbia avuto motivi per sorridere. a differenza di altre volte.

martedì, giugno 20, 2006

 

volver

il quinto stato cammina veloce. e sono donne, forti, sagge, pazze ma insicure. e sono donne che cercano redenzione e peccato, e cercano motivi e sanno che tutto è in potenza, nelle loro mani.
intercedono al loro passo, più veloce del loro passo, destinate a superare il potere e chi lo rappresenta, rutilanti di pensieri, parole, morsi e carezze che solo loro sanno darsi con gli occhi, in una cucina colorata, davanti a un banco del mercato, occhi negli occhi.
forti donne, che non devono rinascere perché non le ammazzi mai.
e hanno fatto scelte, alcune si sono sposate, altre hanno fatto figli che adesso stanno dormendo, altre hanno scelto di non farne. o di non avere compagni. coscienti che i cromosomi vanno bene solo se in coppia e così, poi, ci si abbandona al dolce sentire comune e si hanno nuove cose da raccontare e nuove strade da percorrere.
in sella a una bici o a passo di corsa. aspettando alla pensilina della 58 o in punta alla sella di un motorino scassato.
il quinto stato lo riconosci dalle occhiaie e dal profumo di muschio di cui lascian la scia. dalle matite per gli occhi dalle punte spezzate e dalla concretezza di un'insalata già lavata che non devi pulire. il quinto stato ha una limetta in borsa e una tisana per dormire, un paio di collant di ricambio e una domanda che ha paura di fare. sempre.
il quinto stato ti cammina davanti, perchè incontro ti è già venuto e ha detto "loro li superiamo in un attimo, che i nostri sogni non si posson fermare". e non son le spalle che ti mostrano, ma le loro intenzioni.
la vieja calle donde el eco dijo tuya es su vida, tuyo es su querer,
bajo el burlon mirar de las estrellas que con indiferencia hoy me ven volver…
(volver, carlos gardel)

giovedì, giugno 01, 2006

 

se non lo avete ancora capito

leggete violetta.

giovedì, maggio 25, 2006

 

some tips

- ho conosciuto da vicino l'asfalto - più di quanto mai abbia fatto in passato. sto bene. il mio unico problema è non sapere bene come accostare il colore attuale della mia pelle (blu e rosso) ai vestiti. ma sto bene, quindi non dilungatevi troppo nel "come stai?".
- ho recuperato un po' di autostima accorgendomi che così non andava.
- ho nuovi spasimanti. e sempre zero voglia di dare loro retta.
- isotta - che per chi non lo sapesse ha avuto degli attacchi epilettici nell'ultimo mese - sta bene pure lei. ma sta bene, quindi non dilungatevi troppo nel "come sta?".
- stiamo lavorando alla definizione delle mie ferie. non del dove, ma del quando.
- c'è il sole, il cielo è azzurro, ma devo pulire l'obiettivo.
insomma qui si sta bene. voi?

domenica, maggio 21, 2006

 
devo rallentare.
oppure accelerare.
devo. devo. devo.
devo fare colazione con più calma.
devo ancora darmi pacche sulle spalle perché ho imparato a fare regolarmente colazione.
devo. devo. devo.
devo dormire meglio.
devo dormire di più.
devo. devo. devo.
devo. devo. devo.
devo. devo. devo.
voglio respirare.

mercoledì, maggio 17, 2006

 

chi-a-ma-to?

comunicazione di servizio: io ve lo avevo detto ceh avremmo chiuso (o socchiuso) i battenti. per adesso molte cose le potete leggere/vedere su flickr (link in lato). e se proprio ci tenete a stare aggiornati scrivetemi una mail (indirizzo in alto) e vediamo.
se ve lo meritate.

sabato, aprile 29, 2006

 

flickr update

festa d'aprile.

venerdì, aprile 28, 2006

 

spelling

occupo per due secondi questo suolo pubblico solo per dire che i senatori che riescono in qualche modo a fare andare a puttane un'elezione del presidente per voti nulli o non validi avrebbero da andare a zappare.
M-A-R-I-N-I non è mica difficile scriverlo.
un po' più complesso invece risulta essere scrivere A-N-D-R-E-O-T-T-I.
e lei Dottor Prodi mi ascolti se lo scriva per bene che ne avrà molto bisogno, M-A-A-L-O-X. mi dia retta.
torno nella mie stanze private. alla prossima incursione.

giovedì, aprile 27, 2006

 

flickr update

vacanze romane.
e visto che ci sono faccio un palesissimo phishing: questa e questa.

 

lutto in famiglia

mia sorella ha votato mastella.
danno la mesta notizia i familiari residenti in italia, che ci tengono a portare testimonianza del fatto:
"sempre meglio del duce" (mio padre, senti da che pulpito...)
"beh, è pur sempre il centrosinistra" (mia madre)
"voglio morire" (auro)
la parte genovese della famiglia: n.p.

 

dichiarazione dei redditi

8 per mille ai valdesi.
5 per mille credo ai comitati per la verità e giustizia sui processi di genova.

mercoledì, aprile 26, 2006

 

dà retta a un'indecisa

dopo brevi e solerti consultazioni fra le menti più eccelse presenti nel mio entourage di amici, ho deciso che ho ragione io: non è normale.
per la legge dei grandi numeri però l'evento può succedere e quindi che si fa? ovvio, buon viso a cattivo gioco.
ma sia chiaro: ho comunque ragione io.
(post candidato al premio cripticità dell'anno.
su richiesta si danno delucidazioni, forse.
se no chiedete pure ai soliti commentatori anonimi...
news! in questo blog adesso esiste anche la censura. le poche energie rimaste devono essere ben indirizzate, quindi sì, quei 5 commenti idioti agli ultimi 3 post che non ci sono più, è proprio vero: non ci sono più...)

 

supereroi

a roma hanno come sindaco SuperUolter, fra poco noi avremo come sindaco la DonnaLety Invisibile.

martedì, aprile 25, 2006

 

ora e sempre

dalla calda e afosa cappa di caldo e grigiore milanese, buona festa d'aprile a tutti.

 

cercando i fili

talvolta mi sembra di aver perso una parte di me, che sia stata fottuta, stuprata, accecata.
talvolta la vecchia auro mi manca, talvolta no.
me ne accorgo cercando fili e scoprendo che c'erano cose che avrei potuto fare e avrei potuto dire e per colpa di quel pezzo mancante (quella parte di me che prima si dedicava alla ricerca paradossale e continua di legami far le cose) invece ho perso.
non seguo più i copioni che mi scrivono e che mi scrivo, non ho intenzionalità nelle mie azioni. e forse l'errore sta in questo.
o forse in questa sta la mia liberazione.
...guinzagli d'aquiloni insofferenti che strattonano per liberarsi e perdersi e rincorrersi nel vento...
frankie hi nrg

venerdì, aprile 21, 2006

 

InterConfessionale

subito dopo aver sofferto giorni interi in attesa di leggere su un famoso quotidiano italiano le dichiarazioni di adriano, il popolo è rimasto attonito per le altrettanto sconvolgenti dichiarazioni del cordiale cardinale martini, che hanno occupato tutte le prime pagine dei giornali.
tranne quella dell'avvenire.
e adesso chiudo proprio la valigia, eh... prima però vi segnalo la liberazione della costituzione per la liberazione. ecco. fatto.
/me se ne va.
aurevoir.

 

andare a passare le acque

al grido di sce-mi-sce-mi, questo blog moribondo va in ferie.
...see you later, alligator...

giovedì, aprile 20, 2006

 

eutanasia

ale si è lamentato della sempre più evidente cripticità di questo blog.
la notizia, seppur ferale, perdonerete se non trovo metodo migliore, è che questo blog sta morendo.
è da tempo malato e sicuramente il fatto di non voler più condividere con alcune persone che passeggiano qua dentro le mie cose mi fa essere spossata, poco spontanea, criptica e soprattutto molto spesso "guardinga".
la regola del blog è che non può evitare che venga letto. la controregola è che posso evitare di scriverlo. faccio solo un po' fatica ad accettarlo.
io ho voglia che la gente mi chieda come sto, le persone che mi frequentano lo fanno. perché dovrei preoccuparmi di comunicarlo a chi non dimostra di interessarsi alla cosa?
chiedo alle persone a cui tengo come stanno. non leggo il loro blog.
non sto facendo un viaggio in burundi, non sono alle prese con un ufficio chiassoso, non ho verità per nessuno, non ho mai preteso di averle e chi lo ha letto qui o in altri luoghi virtuali ha deciso da solo di attribuirmi quel ruolo.
voglio parlare, non scrivere. voglio ascoltare, non leggere. voglio crescere, confrontarmi, non vendere saggezza, anche perchè mi pare assai chiaro per tutti che la sottoscritta qui abbia dei seri problemi.
questo blog è ammalato di una malattia che coglie spesso le tecnologie: la nostra incapacità di farle aderire alle nostre aspettative.
questo ha anche a che fare con cose successe in passato, con errori e sbagli fatti, ma questo è un pezzetto di quello che non voglio dare in pasto a chi crede di avere capito tutto.
gli anonimi commentatori facciano pure le loro ipotesi.

mercoledì, aprile 19, 2006

 

festa d'aprile - resistenza

sempre domenica anche gli yoyomundi, a agrate.
l'anno scorso mi aveva quasi distratto dallo stare passando il 25 aprile più brutto che io ricordi.

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?