Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

venerdì, marzo 11, 2005

 

ma tu come ti senti?

passano gli anni e forse le differenze si allargano e ci dividono, come in una forbice le due punte che insieme hanno una funzione e poi invece divise fanno fatica a fare finta di servire a qualcosa. nel contesto delle forbici. e invece riesco a servire a un sacco di cose utili (ad esempio, a stringere le vitine delle montature degli occhiali).
insieme abbiamo fatto delle cose, in un certo senso abbiamo tagliato tanti pezzi di carta in mondo che venissero fuori lunghissime file di omini, come si faceva alle elementari. abbiamo usato migliaia di fogli colorati, abbiamo infestato la città di omini e abbiamo girato voraci fino a stancarci di tagliare. fino a fare delle scelte che portano me, la lama più piccola, da una parte, e te, la lama più alta, da un'altra.
e rincontrarci forse non è servito a creare nuovi omini. ci abbiamo provato, ma non erano legati per le mani, non facevano il girotondo, ma erano solo pezzi sparsi che non sapevamo come incatanare.
è un puzzle che forse per ostinazione e per affetto cercheremo di fare, come il castelletto che abbiamo cementato con la pazzia, ma che difficilmente riusciremo a guardare nella sua completezza.
e me ne spiace. sei stata la mia itaca, e adesso sei qualcuno a cui voglio molto bene, ma a cui ho poco da dire. a cui magari rinuncio una sera, che magari rinuncia a me, a cui penso se dire una cosa o meno, che non è di per sè sbagliato, ma quanto meno strano, nei tuoi confronti.
non sbagliato, mai sbagliato.
(e non trovo quella foto... e io sinceramente qui non saprei che canzone metterci se non "che paura mi fa' carletto, l'uomo lupo frankie e dracula, ma che effetto mi fa' mi sento tutto un brivido...")

Commenti: Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?