Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

martedì, maggio 24, 2005

 

sfush [1]

mettiamo le cose in chiaro: io non sono proprio per un cazzo cittadina del mondo. io sono una noiosissima donna stanziale, che vorrebbe essere cittadina del mondo ma non lo è, ma non ha avuto possibilità di esserlo. e un po' ci soffre.
io quando leggo i blog di gente che prende e va via, o quando sento di amiche che prendono il part time verticale e vanno a londra, o quando conosco persone simpatiche che sono andate a studiare all'estero provo un insano ma umano sentimento di invidia (che del resto è il mio peccato per eccellenza) che porcamerda non so trattenere.
ho imparato l'inglese per sbaglio, ho perfezionato il francese per sbaglio. sono stata per sbaglio in quasi tutte le capitali d'europa, ho dormito lungo coste colpite dalle maree e in campeggi che insieme ai gabinetti offrivano l'opzione "nebbia in tenda".
oggi facendo un click, che mi rende un po' meno orgogliosa di quello che sono e di quello che ho fatto, mi sono detta: vivrei a parigi sempre.
sono l'unica italiana (a parte forse mia sorella, ma mia sorella è a tutti gli effetti cittadina del mondo) a cui non stanno sul cazzo i francesi, anzi un po' mi stanno anche simpatici.
vorrei insegnare loro a non portare la baguette sotto l'ascella pezzata, a rispondere cortesemente a un turista. vorrei imparare da loro a guardare il mondo con semplicità e con un po' di superiorità (ho detto un po', la grandeur non mi piace), a vivere in case in cui i pavimenti sono sconnessi e in taluni punti addirittura ripidi.
"e adesso auro mettiamo via il lacrimone, tanto con buone probabilità a parigi ci andiamo quest'estate, no? come al solito. e come al solito tu guarderai quei viali, quei parchi, gli angoli delle vie e diremo insieme in coro stereofonico: madonna come mi piacerebbe vivere qui e non solo capitarci per caso..."
"ok, coscienza, stronza che non sei altro, torniamo a lavorare..."
[1] - sfush è il classico rumore che fa un lacrimone quando lo metti via.

Commenti:
Ehi, anche a me piacciono i francesi, parigini compresi. Secondo me non è che fanno i superiori, come molti dicono: è che ci sono superiori, ahimè.
 
sappia che ci siamo solo io e lei, forse. eh...
no, così giusto per renderglielo noto ;O)
 
anche a me i francesi non dispiacciono...e poi, la prossima volta che mi sposto, ti aspetto, cosi assaggi un po' di vita da donna (più o meno) di mondo...;) baci
 
mi aggiungo alla lista degli amatori di parigi e dei non-odiatori dei francesi, e ci metto il carico da undici: a me londra non dice proprio NIENTE. che c'entra? no, così, per dire.
 
/me sta per andare a lavorare in Germania und Ungheria e fischietta

I parigini non li conosco, ho conosciuto i lionesi ed ho sempre avuto un rapporto conflittuale :(
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?