Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

giovedì, giugno 09, 2005

 

biscottiera e soddisfazioni

ormai è cosa fatta: mi sto garantendo la versione deluxe della biscottiera.
in compenso ieri ho raggiunto il mio personale traguardo della settimana: poco meno di due kilometri continui pedalando senza appoggiare le mani sul manubrio. con una buona velocità di punta.
è decisamente più facile di quello che pensassi. basta scegliere il posto adatto: non si deve incontrare nessun altro pedalante o pattinante, non ci devono essere curve troppo complicate, ci deve essere un naviglio che ti occhieggia. basta allargare le braccia, pedalare (che è un po' come camminare), fidarsi di se stessi, della strada, delle ruote e del vento. talvolta è d'uopo chiudere gli occhi. farsi portare via, crocefissi nell'aria, è come sapere che va tutto bene, che puoi toccare il vento e dargli del tu. ed è la forma di libertà più completa che quel dannato e viscerale ammasso di raggi, tubi, corone e catene può darti. e per un momento sai che non hai bisogno di nient'altro.
Eppure il vento soffia ancora spruzza l'acqua alle navi sulla prora
e sussurra canzoni tra le foglie bacia i fiori li bacia e non li coglie
eppure sfiora le campagne accarezza sui fianchi le montagne
e scompiglia le donne fra i capelli corre a gara in volo con gli uccelli
(pierangelo bertoli)

Commenti:
e' una sensazione bellissima sapere di non avre bisogno di niente altro e di nessun altro.
 
lo so che parrà strano detto da me, ma non sempre è una bella sensazione, eh. è liberatoria, dolce, amara, forte, pungente. ma non sempre è quello che ci fa stare bene. ;O) (bacio)
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?