Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

domenica, settembre 04, 2005

 

consapevolezza

c'è un posto dove c'è un tipo che è gentile, mette su bella musica (che non ascolti da troppo tempo) e trovi buone cose da mangiare.
ma è soprattutto la musica che ti colpisce, perché è la stessa musica di una sera su un balcone a roma, trastevere, io, silvia e alessio. loro che mi sembravano la coppia perfetta e io ero rimasta a lungo con lo sguardo perso nel vuoto a fissare la città eterna promettendo a me stessa di fare cose che non ho fatto. io sola, loro che si perdevano occhi negli occhi.
poi silvia, quel lungo anno, questi ultimi pesantissimi giorni. buttare giù i rospi e non dire niente, ma non perdonare più niente. buttare giù le lacrime e le colpe. fare in modo che il dolore non esista, che esista solo la realtà delle cose e il suo essere molesta.
silenzio, dolore. e poi la rivolta. perché, come tante altre cose che mi sono trovata a vivere senza che me ne accorgessi, non è questo quello che voglio. e adesso lo so.
Oh we were dancing mouths open splashing tongue taste
For a moment this good time would never end
You and me
You and me
Just wasting time

Commenti: Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?