Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

martedì, settembre 13, 2005

 

the day before: sabato catartico

sono molto colpita dalle mie reazioni: mi stanno succendendo cose, una dietro l'altra che tempo fa mi avrebbero fatto incazzare, urlare, mi avrebbero messo ansia, per cui non avrei dormito. e io reagisco in modo del tutto inaspettato. quasi irriverente.
ad esempio: la macchina mi si ferma in mezzo a un incrocio sotto al diluvio universale? la vecchia Auro sarebbe scoppiata a piangere e avrebbe urlato. la nuova Auro prima zittisce la madre isterica e poi pensa "ma che sfiga non ho con me manco uno dei due cellulari"... poi riparte (dopo qualche tentativo, eh... non subito...), parcheggia macchina Auro davanti a meccanico, recupera macchina padre Auro, trasla madre e cane in macchina funzionante, porta madre e cane a casa genitori Auro, riporta macchina padre Auro a legittimo proprietario, torna a casa a piedi godendosi la pioggia, decide che porterà prima o poi la macchina dal meccanico per vedere se è recuperabile, incontra il gentile chaffeur, fa la valigia, dopo manco un'ora è in viaggio, dopo un'oretta è già a parma.
insomma io sto imparando a cambiare modo di pormi davanti alle cose. e così, sabato in mezzo alla folla del concerto durante "piccola stella senza cielo" ho scoperto che quella canzone non mi appartiene più, nonostante l'abbia cantata ininterrottamente dal 1990 e ci abbia pianto lacrime amare nel 1997 a san siro e nel 1998 in via primaticcio.
piccola sono piccola, ma il cielo già ce l'ho. già da un po'.

Commenti: Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?