Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

venerdì, settembre 23, 2005

 

orgasmo ciclico

oggi ho preso la bici: c'era quella cosa inutile in cadorna. linea rossa non avrai il mio scalpo.
pedalo a fatica fra motorini e macchine, arrivo alla mia ciclabile d'odio e inizio a scampanellare. a un certo punto quella a cui sto scampanellando assomiglia tanto alla d., è la d.!
ha una ruotafissa. sbavo. uno dei miei sogni. una delle mie paure più grandi.
una ruotafissa in mano mia è un rischio. mi immagino sulla ciclabile del naviglio, io e una fissa. oh! cribbio, una volta, una sola volta. vi prego! lorenteggio robecco senza mai fermarmi, con la pedalata continua, una domenica mattina presto. finalmente con il mio ritmo. senza nessuno che caghi il cazzo perché vado troppo veloce, perché non guardo il paesaggio eccetera.
sbavo. mi sciolgo. forse è il delirio post nottata in bianco. forse faccio confusione di sensazioni.
voglio una ruotafissa. voglio, fortissimamente voglio.
(quando finisco di pagare il transatlantico, eh...)

Commenti:
Ma di cosa cazzo parla, scusi?
 
trova un po'n di informazioni qui... e non dica parolacce, lei! ;-)
 
il titolo del post: superbo, con quel doppio doppio senso.
Ciao, Laura
 
avevo pensato a "orgasmo a 'rrrrrota" ma mi faceva un po' troppo Piotta. anche "orgasmo fisso" non era male. però va beh... ;-)
 
Ruota fissa? Prima o poi la provo
Ciao, Cruck
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?