Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

domenica, settembre 04, 2005

 

sssssusssssstemmmmmmmmani

ok, sono euforica, dannatamente euforica. sono ringiovanita, rinvigorita, sono una dannata stronza che si è scatenata con loro. ho ballato tutto il tempo, non sono stata ferma un momento, ho mosso il culo, sono crepata dal caldo, ho tolto la maglietta, ho dimenato le chiappe, le braccia, le mani.
a un certo punto ho avuto la certezza che se mi fossi persa anche questo concerto, se avessi dato ancora una volta a lui la possibilità di scegliere cosa fare stasera, avrei perso un'altra occasione per stare bene. e che se ci fossi andata con lui al concerto mi sarei ritrovata incantucciata in una prudente saggia e isterica morale attenta a non uscire da quelli che sono stati i suoi schemi, quindi - se ci fosse ancora bisogno di un'ulteriore riprova - meglio così.
e sarebbe valsa la pena di spendere quei 16 euro anche e solo per strade, liberi tutti, la versione reagge solo chitarra di sole silenzioso (da pelle d'oca, umori sparsi e condivisi, reggiseno bagnato dal sudore, mani che battono il ritmo, dondolio di spalle e pugno chiuso alzato) e un'aurora sogna da trip mentale e globale.
la solitudine che indosso è più normale di una prudente saggia e isterica morale, sogno e nei miei sogni so cercare senza paura un'esclusiva felicità.
sogno una carne sintetica, nuovi attributi e un microchip emozionale
sogno di un bisturi amico che faccia di me qualcosa fuori dal normale

Commenti:
noi siamo arrivati appena in tempo per veder spegnere le luci. Nel parterre in fondo.. un caldo fottuto (d'altra parte al Mazda, Vobis, Trussardi non ho mai avuto freddo...), un casino di gente che ha voglia di ballare.
 
era la seconda volta che li vedevo, la prim due anni fa... unici, più grandi eppure così semplici ed umili... originali... ho cantato ogni canzone, anche le più vecchie che non pensavo di ricordare più. con me c'erano un'amica al suo primo concerto serio, e un amico, quasi cinquantenne, di Torino, che a Torino non riesce a vederli perchè sempre sold-out... anche lui a cantare e a ballare... senza età...
 
anche io ero con un amico di torino, ma non è cinquantenne ;-)
 
io avrei voluto esserci, come a tutti i loro concerti degli ultimi due anni e non ci riesco mai. Mi fanno stare bene e finisce che quando posso li inseguo, come nell'estate del 2002, tre concerti in dieci giorni tra liguria e piemonte. Più i motel Connection sulla spiaggia.
 
beh sappiamo di cosa parlare domani per ingannare il tempo ;-)
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?