Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

lunedì, ottobre 10, 2005

 

mi sono lavata i capelli sotto la doccia

secondo una mia amica ci si sporca apposta per poi farsi la doccia. perché fare la doccia è molto rilassante e soprattutto ti cambia la prospettiva e ti dà lucidità.
quindi metto gli asciugamani a portata di mano, preparo docciaschiuma, guanto per lo scrub, shampoo, detergente viso effetto urto e mi ficco sotto l'acqua.
acqua calda, poi tiepida. acqua dappertutto. per terra, sul muro.
doccia. e lavaggio capelli.
ancora acqua per risciacquarmi le idee mentre canticchio una canzone che passa la radio.
acqua tiepida, poi freddissima sulle gambe. poi asciugamano agganciato sotto la spalla, asciugamano a mo' di turbante. esco dalla doccia.
davanti allo specchio leggo gli ultimi appunti che ho preso (il numero di telefono di carlo, gli orari della mostra di haring e un sito web). metto sulla mano un po' di balsamo, abbasso la testa, tolgo l'asciugamano e mi passo il balsamo fra le ciocche di capelli.
senza alzare la testa faccio una iunta di balsamo e ricomincio, senza fretta.
tiro indietro la testa, mi guardo nello specchio ancora un po' appannato.
sorpresa! ho i capelli lunghi. appoggiati sulle spalle. violenti, anarchici, disordinati, scombussolati. quasi confusi.
c'era un motivo per cui farli crescere ma non ricordo quale era.
prendo il pennarello e scrivo sullo specchio: fissare appuntamento dal parrucchiere.
attacco il phon, li asciugo a testa in giù. canticchio l'ennesima canzone che passa la radio.
spengo il phon, tiro nuovamente indietro la testa.
non sono poi male i miei capelli lunghi.
non lo so. aggiungo un punto di domanda sullo specchio e cerco la crema idratante.
lucidità... eh?

Commenti:
Uh, ti capisco... io li ho appena ridotti considerevolmente, ma mi è già venuto lo sghiribizzo di tagliarli di nuovo. Va' che torno al mio corto cortissimo primigenio!
 
c'era un motivo per cui l'hai fatto, no?
 
@misha: cosa di preciso, cioe' cosa delle tante cose?
 
Una brutta giornata
chiuso in casa a pensare
una vita sprecata
non c'è niente da fare
non c'è via di scampo
mah, quasi quasi mi faccio uno shampoo.

Uno shampoo?

Una strana giornata
non si muove una foglia
ho la testa ovattata
non ho neanche una voglia
non c'è via di scampo
devo farmi per forza uno shampoo.

Uno shampoo?

Scende l'acqua, scroscia l'acqua
calda, fredda, calda...
Giusta!
Shampoo rosso e giallo, quale marca mi va meglio?
Questa!
Schiuma soffice, morbida, bianca, lieve lieve
sembra panna, sembra neve...
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?