Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

domenica, ottobre 23, 2005

 

sei qui, sei qui, sei qui!

sono andata a correre, in mezzo alla nebbia. ho corso 20 minuti, qualcosa meno del solito.
la gente che mi sbucava alle spalle (ho incontrato ancora il tipo che l'altro giorno mi ha offerto il thé caldo...) mi metteva un po' in soggezione. corpi che esono dalla nebbia, alcuni ansimanti (dio, come vi capisco), altri baldanzosi (siete appena arrivate, vero?).
nebbia e fra poco buio. per qualche mese si andrà a correre solo la mattina durante i weekend, credo. se qualcuno vuole aggregarsi, ben venga. parco di trenno. basta una mail.
correre in mezzo alla nebbia è più poetico che inquietante. ammetterlo fa tanto vintage.
an-ge-loooooooooooooooooo!
(ligabue)

Commenti:
Scopro che stai scoprendo il piacere della corsa. Un'altra passione in comune? Corro da 4 anni almeno tre volte la settimana e ti assicuro che le prestazioni sono notevolmente migliorate malgrado i miei numerosi anni.
L'incontro con gli scrittori è stato molto interessante e ho anche coraggiosamente detto la mia (mi hammo anche appaludito, oddio!).
Un vantaggio di vivere in sardegna è il clima e per i sardi migratori è una vera violenza doverci rinunciare. E ora, al lavoro. Ciao. Laura
 
A proposito di corsa e di uno scrittore appassionato, ti consiglio il romanzo A perdifiato, di Mauro Covacich, ed. Einaudi.
So che ne hai un sacco in attesa di essere letti, ma questo potrebbe permettersi un allungo e poosizionarsi in testa. Se lo leggi, avrò piacere di conoscere le tue critiche. Rinnovo il ciao. Laura
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?