Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

lunedì, novembre 14, 2005

 

che situazione di merda

io so una cosa che dovrei dire.
in quanto amica.
io so un segreto che dovrei rivelare per il bene di una mia amica.
ed è lo stesso segreto che non dovrei rivelare per il bene di quella stessa amica.
questo significherebbe coinvolgere una persona che non voglio coinvolgere e dire a un'amica una cosa che io so e che non dovrei sapere.
io so che lei prima o poi mi racconterà cose di cui io conosco la vera versione (o almeno un'altra versione).
io so che me ne devo tenere fuori. ma non so se sono capace di farlo.

Commenti:
tradimento? TIENITENE FUORI.
 
e se no che amica saresti? credo che non sia un problema se starne fuori o dentro, ma trovare le parole per starne fuori o dentro...
 
il fatto che tu abbia postato è già indice che vorresti liberarti del "peso"...Sai, per esperienza diretta, che secondo me è sempre meglio parlarne, si evitano inutili malintesi.
 
parlagliene. valutera' lei quale versione dei fatti vorra' tenere e quale vorra' indagare. le amiche servono per pararci il culo? io credo ancora di si.
 
Taci. Parla solo se interrogata. Non puoi veramente sapere qual è la cosa giusta, dal di fuori. Se viene fuori, tu non lo sapevi, o non ci avevi creduto.
Oppure fai come ho fatto io con le mie amiche: un patto esplicito. Io adesso so chi, in caso, vorrebbe sapere e chi assolutamente no.
(per inciso: io assolutamente no)
 
non è un tradimento. forse è peggio, forse no. ma non si parla di una mia amica con le corna.
forse la mia è una fisima di troppo, forse potrei fottermene e raccontare tutto. forse sarebbe, dopo tempo, un piatto surgelato che potrei gustrami in santa pace guardando dall'alto il nemico passare. ma se lo facessi, mi troverei costretta a ritrovarmi con il nemico e - detto proprio fuori dai denti - una volta cacciata fuori dalla mia vita sta pezza al culo, perché essere così fessa da aprirgli la porta?
 
Dato che muori dalla voglia di dirlo, preparati a farlo prima che ti "scappi fuori" ;-)
 
qualsiasi cosa sia, dillo. Non vedo perchè sia tu a doverci star così male.
 
I surgelati non hanno sapore :-)
 
l'ho sempre pensato anche io, Mafe, soprattutto riferendomi ai miei fidanzati.
 
quella dei surgelati non l'ho capita, cmq io voglio sapere. cioe' sono semrpe stata dell'idea che se mi radiscono devono essere cosi bravi da non farmi mai sospettare nulla. ma se non lo sono. e l'ultimo non lo e' stato. e dio solo sa se avrei preferito fossero corna. ditemi tutto. alla vendetta poi ci penso da sola.
 
ma non è un tradimento!
nessuna delle persone che potrei coinvolgere è stata tradita o ha tradito (almeno in questa situazione, per il resto non saprei), nel senso stretto, sessuale e sentimentale del termine (quindi smettetela, amiche, di mandarmi mail in cui mi chiedete se sono coinvolti i vostri rispettivi partner ;-) non è carino!).
è una cosa più sottile, che ha a che fare con il potere che le persone esercitano sulle altre, il controllo che le persone vogliono esercitare sulle vite altrui e sulle menzogne che si raccontano per giustificare òle proprie scelte.
inoltre, io non muoio dalla voglia di dirlo, tutt'altro. io spero che mai e poi mai mi verrà chiesta un'opinione, perché dovrei mentire per non smerdare una persona, la cui difesa è necessaria da parte mia perché se no verrebbe a chiedermi spiegazioni e io non ho proprio voglia di spiegare niente a nessuno. soprattutto a questa persona.
 
per me il significato di tradimento e' quantomai ampio. tradimento della fiducia in primis, ergo tutto il resto.
in quanto a dare spiegazioni a chi tele dovesse chiedere potresti cavartela con : se non avessi fatto cazzate non saresti nei guai :)
 
quindi si tratta di un problema "relazionale" più che altro, di comportamento da parte di qualcuno. se non ti tocca direttamente e questa amica non è cieca probabilmente dentro di sè accetta questa situazione. forse è qualcosa che ti darebbe grande fastidio se la vivessi tu e per questo non ti preme così tanto dirglielo... ma è la stessa della spilla di meetic? ;-)
 
sono due ore che penso a un esempio che sia esplicativo, ma non sia facilmente intelleggibile (a parte il fatto che nessuna delle persone coinvolte in teoria legge il mio blog, tanto meno un post con 14 commenti). quindi fidatevi di me: non è il caso che io entri in questa storia e - a dirla tutta - non è il caso che io ci entri perché io non ho nessuna voglia di entrarci. e questo è quanto.
 
non è il caso che io ci entri perché io non ho nessuna voglia di entrarci.

direi che e' un ottimo motivo per non entrarci :)
 
Auro, si vede che sei amante dei gialli: sai tenere alta l'attenzione e l'attesa del lettore come nel più intrigante degli intrecci. Tutti lì a ipotizzare e col fiato sospeso a attendere risposta...

bacio.
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?