Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

sabato, novembre 12, 2005

 

prima che me ne dimentichi...

la ricetta del riso al prezzemolo.
è una cazzata da fare, ma dà molta soddisfazione specie se si usa il riso giusto.
quindi: brodo di carne (originale o dado va bene lo stesso, se voi pensate che io faccia il brodo siete un po' fessi), per ciascun commensale 2 pugni di riso tipo roma (ideale perché si ammolla fuori ma mantiene l'anima "croccantina"), 2 pugni di riso anche per la pentola, prezzemolo tritato (o fresco o surgelato... indovinate quale usa la Auro...), se volete una patata tagliata a dadini.
fate bollire il brodo, via di riso e patata (il prezzemolo va messo a metà cottura) per circa un quarto d'ora. io poi spengo e copro. il brodo si addensa e si raffredda un po'.
e io mi coccolo come coccola non esiste.

Commenti:
... anche una fesina di aglio non guasta..., se ti piace. Prova.
 
ma deve rimanere brodosa? e il formaggino? il formaggino mi evoca stelline o capellini di quando ero bambina e stavo a letto malata.
grazie della ricetta, giuro che la provo, e col brodo di carne che ho surgelato :-)
 
se usi patata e riso roma il brodo si "addensa" (come direbbe l'Artusi, si "rapprende") naturalmente. a me troppo brodo stroppia. il formaggino lo metto al posto del formaggio grattato. e ovviamente è punto forte anche delle mie pastine. la mia preferita: grattini all'uovo barilla, ma anche i filini. le stelline mi ricordano quando sono stata ricoverata e diventavano "stellone". non le mangio da allora. io vado matta per le cose in brodo ;-)
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?