Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

venerdì, novembre 04, 2005

 

resa dei conti

una mia amica sta insieme a uno perché così passa il tempo.
un mio amico sta insieme a uno per il tacere della mamma (di entrambi).
una mia amica va dal suocero nei fine settimana con il fidanzato e stanno lì al paese tutti i santissimi fine settimana.
una mia amica ha trovato dove si conosce gente e ne ha fatto una ragione di vita. da come si sta comportando fuori da lì credo che abbia difficoltà a gestire altri generi di rapporti.
un mio amico ho scoperto che ha il prince albert.
una mia amica si mette tacchi di 11 centimetri.
un mio amico ha un rapporto bianco da 7 anni con sua moglie che ha sposato perché così venivano a milano dalla provincia.
una mia amica indossa nell'intimità sottovesti pizzi e trasparenze.
una mia amica si è trasferita in un paesello perché stava invecchiando.
un mio amico ha seguito con la compagna un corso di tango argentino odiandola a ogni passo di danza.
una mia amica sopporta un compagno indolente e forse un po' troppo poco concreto.
io mi sento cogliona: ho lasciato matteo che - in teoria - mi prometteva tranquillità perché facendo il conto dei pro e dei contro quella ipotetica tranquillità non era abbastanza.
scema, no?

Commenti:
Per niente scema. Si rimpiange e si abbellisce quel che non si ha. Quella tranquillità sarebbe di necessità diventata a un certo punto agitazione o calma piatta.
 
once he was just m.
 
things happen...
 
and when a few of things happen, you maybe don't care about others things ;-)
 
hai fatto bene. io condivido la tua scelta. alla fine la gene sta assieme se vuole starci. non importa quanta noia, quanta merda deve ingoiare, altri invece scelgono di non stare. forse le priorita sono diverse. :)
 
Sono ubicentrica se mi sembra di trovarmi nell'elenco?
 
se non ti soddisfava pienamente perchè chiederti se sei scema?
ognuno agisce per la propria felicità, anche se a volte fa scelte che fanno soffrire...
 
no, sinceramente non ci sono ubi, lì dentro... ;o)
 
Rispsota sintetica: no.
 
altro parere:
sì, nè più nè meno degli altri esempi che hai portato... tranne quelli dei 7 anni in bianco :-/
 
infatti, steff, non c'è proprio il minimo parametro di giudizio, solo la sorpresa di quanti sono i possibili modi di vivere qualcosa che io non so manco come definire. magari non sono tutti condivisibili, ma sono effettivi modi di vivere la propria (o le proprie) relazioni. figurati che quelli dei 7 anni, beh... conosco poche coppie più felici di loro. è un'altra dimensione. io sto ancora cercando la mia superficie piana.
 
Nessuno è perfetto. A volte la convivenza, anche con sè stessi, è possibile grazie a compromessi.
Perchè ti giudichi "scema"? Hai fatto i tuoi conti e se i "contro" sono più dei "pro", risulta comunque impossibile patteggiare compromessi.
Si può imbrogliare con tutti, tranne che con sè stessi.
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?