Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

mercoledì, dicembre 14, 2005

 

dispatch from paris #4 - the airport, beauvais

a bové succedono cose strane.
ad esempio, partono pochi voli da lì. e così se tutti si imbarcano in fretta, incredibilmente si parte con 20 minuti di anticipo e si arriva 35 minuti prima a bergamo.
poi l'aeroporto in realtà non esiste. l'antefatto è presto spiegato: qualcuno aveva molto spazio a disposizione, ha fatto qualche telefonata e ha messo giù tre gazebo tipo festa della padania. eccovi l'aeroporto bello che fatto.
insomma ero lì in attesa dell'imbarco per bergamo con altri italianidioti e a un certo punto imbarcano per bergen, norvegia, europa, mondo. e tutti i miei connazionali si mettono in fila per l'imbarco.
e poi cosa succede? succede che chiamano l'imbarco di noi italianidioti e che fanno passare prima le donne incinte (0 pervenute) e le famiglie (uno sfacelo, si faceva fatica a contarle...). mentre io già mi immaginavo seduta in braccio allo stewart per mancanza di posti visto il numero enorme di figli che siamo in grado di produrre, uno stewart di terra andava in giro per l'hangar a cercare figli e genitori a cui dare la precedenza nella fila. con i miei occhi giuro di aver visto una sessantenne urlare "anche io son qui con mia figlia! giulia alza il braccio, ma perché non ci vede? siiiii-gnoooooooo-reeeeeeeeeeeeeeeeeee...". giulia aveva la mia età e qualche ruga in più.
se i cugini francesi ci trattano come i parenti poveri non che non gli si dia motivazioni di nostro, eh...

Commenti:
Sono stato anch'io al tendaeroporto a Beauvais.
Il bello è che lo steward di terra è ANCHE lo steward di bordo.
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?