Tentativi di Fuga

"la fuga è invece l'unica scelta dignitosa quando non puoi cambiare più nulla, e non vuoi neppure lasciarti coinvolgere, diventare complice" (pino cacucci)

venerdì, dicembre 02, 2005

 

swarosky vs aids

ieri aspettavo un amico (con cui poi sono andata a vedere in un posto splendido una mostra un po' strana) all'ottagono. davanti a prada mi dice. sono passata prima dal dentista a farmi aspirare dalla signorina con la mascherina verde tutta la saliva che avrei potuto rilasciare sulla vetrina.
e infatti la vetrina è rimasta intonsa perché la mia attenzione si è completamente catalizzata su un fenomeno di massa incredibile: siete tutti dei coglioni.
all'ottagono c'era il banco del comune (ok, era striminzito, ma c'era) per la giornata per la lotta contro l'aids. davano materiale informativo e delle hostess rispondevano a eventuali domande (non troppo specifiche, vi prego) su come informarsi meglio e sulle associazioni che operano per la lotta contro il male del secolo.
il banco era privo di qualsiasi persona interessata.
tutti - e dico tutti - erano davanti a un albero di natale con le lucine attaccate e tutto sbirluscicoso targato swarosky. tutti gli stronzi del mondo lo hanno fotografato. non solo i giapponesi, ma anche gli italiani, i francesi, i russi, i polacchi e gli americani. tutti. con qualsiasi cosa: cellualri, macchine fotografiche digitali, analogiche. qualcuno avrebbe voluto farselo tatuare sulla spalla.
e nessuno, dico nessuno, che abbia neanche guardato il banco della lotta all'aids.
dove, ovviamente, le hostess erano lì. e mentre aspettavano che qualcuno se ne accorgesse, anche loro facevano fotografie all'albero diamantato.

Commenti:
L'alberello luccicante batte l'aids 10 a 0.
L'ho notato anche io, qui a Napoli. Banchetto vuoto e tutti a pensare allo shopping pre-natalizio.
Buona domenica
 
Posta un commento



<< torna ai Tentativi

[ Diari di fughe ]

[ Le mie moleskine ]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?