<< 730 - Tentativi Di Fuga - “Mi tolgo le mutande, così facciamo prima” >>    
16.04.04
 
venti pop

... c'erano gino paoli, luigi tenco, bruno lauzi, endrigo giovanissimo, un incredibile e irriconoscibile fabrizio de andré, un altrettanto irriconoscibile eugenio finardi.
per mezz'ora ci sono stati tutti quelli che per sono la musica italiana, quella che mi piace ascoltare ancora adesso e quella che mi spiace non aver visto (forse non c'era mina)...
insomma io amo quella musica lì. quella che protestava, in molti casi.
m. mi ha fatto notare come le facce cambiano ma molto spesso le voci no.
e poi nella mezz'ora successiva tutta la merda recente. quelli che fra diciamo trent'anni saranno definite meteore. quelli che anche fra due anni saranno considerate meteore.
sono tornata a casa canticchiando, aveva smesso di piovere e mi restavano quattro sigarette.
un tipo su una micra ha cercato di rifarmi imelda in piazza greco.
si fotta, io canticchiavo "lontano lontano".
sto leggendo un gran bel libro.

Auro  [ musica ]









Ci si deve ricordare di te?