photoblog - tentatividifuga - tentatividiferie - le mie prime fughe - un vizio, un'avventura, una decisione: domanismetto
  criticalmass - emergency - quellidelPini - verità&giustizia - radiopop - il manifesto - bookcrossing - blogrodeo - vergogna - ehi, ma sono admin su wikipedia!
  perché loro valgono: annarella - cassetto - cellula - chicavq - dani - fabula - kia - lapizia - mem - shangri-la - songia - sore - ta

fermoposta
la mia 2br
letture2004
tentativi di letture

[LETTURE 2005]
cosa dovrei leggere secondo te?

L'uomo che sapeva contare, M Tahan
84, Charing Cross Road, H Hanff
Tre uomini paradossali, G De Michele
Alice nel paese delle meraviglie, L Carroll
Diario di un millenio che fugge, M Lodoli (attualmente disperso)
Il fabbricone, G Testori
Canzone di Rachel, M Barnet
In un paese bruciato dal sole, B Bryson
La giornata d'uno scrutatore, I Calvino
Il ritorno, E Albinati
L'analista, J Katzenbach
Casi di emergenza, M Crichton
Eureka Street, R McLiam Wilson

[CINEMA 2005]
La vita che vorrei
Alexander
Ma tu la conosci Claudia?
Shrek2

[PAROLE 2005]
Stefano Bartezzaghi racconta Il barone rampante al Teatro Dal Verme
Odifreddi racconta Alice nel paese delle meraviglie al Teatro Dal Verme

[MUSICA 2005]
Gianmaria Testa al Piccolo Studio
Stefano Bollani all'Auditorium

[TEATRO 2005]
Chimera
Milanoir - Milanuit
Iliade - cronache di una guerra

[LUOGHI 2005]
Ferrara
Ravenna
Torino
Aprica
Venezia
Bonassola
Genova


   

Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
Novembre 2003
Ottobre 2003
Settembre 2003
Agosto 2003
Luglio 2003
Giugno 2003
Maggio 2003
Aprile 2003
Marzo 2003
Febbraio 2003
Gennaio 2003
Dicembre 2002
Novembre 2002
Ottobre 2002
Gli archivi precedenti al febbraio 2004 sono zeppi di post (molto selezionati) dei miei precedenti blog. Mancano i commenti certo, ma se volete sapete come recuperarli, i commenti... ;o)
3 Marzo 2005
qui si continua a cambiare idea e casa...

aggiornate i vostri lettori di feed... cazzo!
bye bye Mr. Movable Type

Auro - 20:25 - [ parole ]
retroattivo

questa settimana lo voglio vivere come retroattivo.
È il periodo ideale per chiarirti le idee sulla vita che non vuoi vivere.

Auro - 18:43 - [ brezsny docet ]
obiettivo al futuro

decidessi mai di farmi sul serio il quarto tatuaggio, credo che mi farei tatuare questa frase, magari a mo' di girocollo:
"Non insegnare a cantare ad un maiale, sprechi tempo e fai arrabbiare il maiale"
danzandosull'acqua

Auro - 18:35 - [ parole ]
posizionamenti

sapete dove potete ficcarle le vostre cazzo di mimose settimana prossima?
A typesetter's day 2.0 che è un gran bel blog.

Auro - 18:23 - [ polis bergères ]
ridarola che puzza di pacca sulle spalle

oggi mi è venuta la stupidera. sono andata con r. a mangiare nel locale di un'amica e poi siamo andate da un cliente.
io ho riso per tutto il tempo, durante il pranzo, ma anche durante la riunione, anche mentre il cliente mi diceva le date di consegna (se avesse detto "pronti per ieri" avrei capito già di più...).
ho riso quando mi sono accorta che ci stavano dando un lavoro senza sapere quanto lo pagheranno.
ho riso mentre dicevo a r. "ci meritiamo una cena..."
ho riso anche quando il cliente mi ha stretto la mano e mi ha detto "se sto facendo tutto questo è perché me lo ha proposto lei, perché è stata lei a volermi vendere il servizio, perché lei questo lavoro lo sa fare bene e lo sa vendere bene. e se ha mentito, sa mentire bene. mi dimostri che non dice bugie".
ho un sorriso stampato in faccia che spero regga per tutti i prossimi 20 giorni. per i weekend, per gli straordinari notturni, per le trasferte sull'altro progetto. per i cazziatoni che si prenderanno i miei se non muoveranno il culo.
ed è un sorriso vero che ripaga di tutte le depressioni del momento, degli sforzi, delle incazzature, delle manovre di risollevamento di e. e di r. quando sono giù. è un sorriso che non è una soluzione, ma è già qualcosa che forse non tutti sul lavoro riescono a guadagnare.
chissenefrega di tutto il resto, io oggi ho la ridarola. e fanculo.

Auro - 17:57 - [ salario garantito ]
similia

se volete ve lo confermo: ci sono almeno due persone abbastanza malate di testa da pensare di poter andare in giro in bicicletta con la neve.

Auro - 17:49 - [ dueruote ]
tornare single

c'è una sera alla settimana in cui sono sicura di essere single.
m. ha molta più forza di volontà e costanza di me e quindi riesce, non so bene come, a fare delle cose che per me sono impensabili, tipo iscriversi a un corso settimanale e portare a termine l'impegno anche quando è stanco, anche quando non ne ha voglia.
e così ieri sera io non sono riuscita a dirgli quello che si voleva sentire dire: "fai bene, muovi il culo, non importa se fa freddo".
io quando sono stanca e ho freddo, resto a casa e non me ne fotte nulla degli impegni presi, soprattutto per un corso, cioè non con delle persone a cui magari voglio pure bene, ma con una società che mi vende un servizio.
spero che abbia capito che fra tutte le cose che può chiedermi questa è fondamentalmente un insuccesso a prescindere e soprattutto ci incazziamo per nulla, e l'incazzatura fa da volano a tutta un'altra serie di incazzature. e via così.
poi lui alla fine è andato al corso, mentre io ho fatto la single: lungo scambio di sms, pianificazione della serata di stasera, lavatrici, è passato a sorpresa ("are you alone?" "so what?" "ringing your bell..." "porco! ;o)") di qui r. per un thé veloce.
alle dieci e dieci ho mandato l'ultimo sms, poi ho spento i cellulari, puntato le sveglie e letto quasi 100 pagine dell'america di bryson.
il libro mi sta sempre più convincendo che io non so se poi ho così tanta voglia di vederla, l'america.
stamattina ero sveglia alle 7, ho sfidato la neve per il pascolo cane e adesso vado in ufficio che nel pomeriggio ho un incontro di lavoro e mi fa che dovrò mettere le catene agli anfibi.

Auro - 08:08 - [ parole ]
2 Marzo 2005
stato d'animo

sono una furia.

Auro - 19:55 - [ parole ]
28 Febbraio 2005
a colazione

m. - cosa fa un reverendo della risurrenzione?
auro - aspetta...

Auro - 20:34 - [ parole ]
cosa dette, cose fatte, cose non dette, cose ancora da fare

dovrei fare moltissime cose.
dovrei.
ne ho fatte un sacco. e fra le altre cose forse mi verrà pure voglia di scriverle qui.
nel frattempo, sono una donna dentro. una donna felice, piena, coinvolta, forte e consapevole.
e adesso vado al cheese. pensando alla sorella, che prima o poi sarà pure il suo turno.

Auro - 20:27 - [ parole ]
gianna

m. (che non è che sia scemo, è che gli piace mettermi in difficoltà...) "ma se il papa si becca l'alzheimer? o se va in coma?"
[...]
poi m. si è addormentato. io gli stavo raccontando di auro alle elementari, mentre lui acchiappava il sonno, il suo respiro è cambiato: m. dormiva affianco a me, voltandomi le spalle come al solito quando dorme. e io mi sono ricordata di quando prima di andare alle elementari, nel 1978, ero in giro con la nonna gianna, in piazza de angeli, stavamo andando alla standa a fare la spesa e ci siamo fermate davanti a un negozio che riparava televisioni e poi le esponeva accese in vetrina (adesso quel negozio è un'agenzia immobiliare specializzata su una clientela nipponica) fino a quando non riconsegnavano il sarcofago funzionante ai capoitalisti proprietari.
beh quella sera, la fumata era stata bianca. mia nonna, fervida cattolica che ha accettato di tutto nella vita per il bene della famiglia (fra cui l'amante di suo marito in casa) e per non sfasciarla (e non sfasciare la faccia a quella zoccola), era contenta e si è fatta il segno della croce, davanti a una vetrina unta, con dentro una scatola che trasmetteva (me lo ricordo perfettamente ancora oggi) un comignolo con una bava di fumo bianco come lo zucchero a velo.
la nonna sarebbe morta da lì a poco: le ha scippato la vita terrena un ictus che l'ha distratta per sempre e che poco dopo l'ha portata via, dentro i grigi e crepati muri della baggina.
io di lei ricordo perfettamente il riso giallo che cucinava, le sue zucchine cotte - le uniche zucchine cotte che abbia mai mangiato, i baci che mi mandava dal balcone, le mani nodose e dalle nocche forti come quelle di mia madre e come le mie, il suo uovo di legno per rammendare i calzini, i viaggi verso crescenzago dalle zie e il segno della croce di quella sera, 4 colpi forti, duri, convinti.
se c'è veramente la vita eterna a cui aspiravi, nonna, e se c'è davvero quel dio in nome del quale hai tenuto insieme una famiglia, distruggendo la tua vita e quella di altre persone, ecco se fosse veramente così, saprai già che tua nipote, quella minore, non solo talvolta bestemmia ma non avrebbe manco paura di ricordare a quel tuo dio che alle nipoti le nonne non si scippano così, mentre camminano mano nella mano, per strada, andando ai giardini di mario pagano.
disclaimer: questo post avrebbe dovuito vedere la luce su questo blog venerdì 25 febbraio, ma poi ho fatto altro...

Auro - 20:18 - [ intimismo ]
dal nord e dal sud li vedevo arrivar (funerali di don galeazzi, volume 2)

ale scrive via mail a commento di questo: commento blasfemo(basta cambiare i riferimenti e tutto torna) e però... se tutto fosse stato bloccato per altri motivi, chessò, uno sciopero generale, una manifestazione per la pace, il funerale di qualcuno di cui si condividono idee e azioni, ecco, il passante che avesse osato lamentarsi per il treno da prendere, non so che fine avrebbe fatto...
(sempre che i ferrovieri avessero deciso di lavorare)
risposta della auro: in occasione degli scioperi gli orari di punta sono protetti. le manifestazioni "oceaniche" sono fatte di sabato o in giorno festivo apposta. quando l'atm ha fatto lo sciopero selvaggio tutti (a parte alcuni elementi estremisti... auro ruota l'indice in aria) si sono incazzati come delle bisce. non chiedo che non si facciano i funerali, chiedo solo la lungimiranza di farli alle 11 di mattina.
disclaimer: questo post avrebbe dovuito vedere la luce su questo blog venerdì 25 febbraio, ma poi ho fatto altro...

Auro - 20:17 - [ parole ]
24 Febbraio 2005
esperimento sociologico

provate a dire questo un po' a tutte le persone che conoscete, oppure scrivetelo sul vostro blog, o sul muro di casa, o tatuatevelo in fronte (ma non specificate il destinatario).
una volta per tutte: hai rotto il cazzo.
risultato assicurato: code di paglia come se piovessero, un po' come i lupini al mercato... o i pioppi in primavera.
ma proprio a mazzi, eh.
roba da matti.

Auro - 21:40 - [ parole ]
quando si parte?

cliccate un po' sulla margheritona qui affianco, vah...
Per essere in massima sintonia con le tendenze del cosmo, vai al museo Van Gogh di Amsterdam ed entra in comunione con il quadro del Pesco in fiore, sorseggiando vino di fiori di pesco e pensando pensieri profondi sui lati della tua personalità che somigliano a fiori di pesco. Hai anche un'altra possibilità: fai un viaggio dove i peschi sono in fiore e medita sul perché secondo i cinesi questo è il fiore più benaugurante. Se non puoi fare nessuna delle due cose, Vergine, trova almeno delle immagini di fiori di pesco su internet e fissale meditando profondamente sugli aspetti più nuovi e delicati della tua vita, che hanno più bisogno del tuo amore e delle tue cure.

Auro - 18:49 - [ brezsny docet ]
avremmo meno gente difficile e più gente di cuor...

post blasfemo
oggi ho veramente odiato l'intelligentone che ha deciso di far fare il funerale del tipo di cl alle 17 in piazza duomo. in pieno orario di punta: una fermata della metropolitana chiusa, san babila e cordusio completamente nel caos.
mentre camminavo sotto i portici di piazza duomo sgomitando e cercando di raggiungere un luogo dove si potesse stare, un tizio ha sacramentato dicendo che lui aveva un treno da prendere.
si sono voltati in due e hanno chiesto rispetto. "rispetto sto cazzo" è stata la risposta del malcapitato travet. al che uno dei due gli ha rivolto male parole, tipo "buzzurro" e "miscredente", che credo che nel vocabolario di cl siano proprio male parole.
nel frattempo io avevo la ruota di un passeggino su un piede, un gomito di uno che sgranava il rosario nelle costole e avevo appena salutato la mia ginecologa che ha le finestre dello studio che danno su piazza del duomo e mi ha visitato mentre c'era l'omelia in stereofonia.
quello che mi ha fatto evitare di tirare giù sacramenti che avrebbero messo in pericolo la fabbrica del duomo è stato il pensiero di quello che si vociferava fra i banchi dell'università: "le cielline la danno via come il pane, poi chiedono l'assoluzione". e tanto voci non erano.
viva la gente, la trovi ovunque vai...

Auro - 18:46 - [ parole ]
portici vs. corso buenos aires

ieri sera sono uscita con lei, poi ci ha raggiunte m. e io mi sono proprio sentita bene.
grazie.

Auro - 18:16 - [ parole ]
23 Febbraio 2005
gutemberg in casa

mezza aggiornata la tbr. mancano solo 30 nuovi libri che non ho ancora inserito.

Auro - 20:23 - [ letture ]
cadeau

Prendi la luna per me portala più vicino amami come un bambino questa notte non so cos'è.
Dammi la serenità dl un tempo che è passato fammi sentire più amato stiamo soli io e te.
Amore mio raccontami una storia una dolce che non ho sentito mai tienimi più stretto mentre parli e ml sento cosi' più sicuro dl me mentre inventi un paese che non c'è.
Voglio restare così perdermi in questa notte tu mi sorridi e a memoria mi dai un bacio uno così.
La tenerezza l'ho dimenticata non c'è il tempo non me ne ricordo più
Stringimi più forte e ml confondo chiudo gli occhi e così mentre parli d'amore mi addormenterò al ritmo del tuo cuore.
(Prendi la luna, Fabio Concato dal suo album che io preferisco)

Auro - 19:34 - [ musica ]
that's all

ok, finito. con un'oretta di ritardo rispetto al solito.
ma forse sono le "strane storie" a distrarmi.
e domani si fanno i salti mortali.

Auro - 02:07 - [ salario garantito ]
trottola

deve fare veramente molta fatica a starmi dietro, eh...
che in questi giorni fra ansia da prestazione (lavorativa), faccia devastata dai postumi degli antibiotici, casini vari ed eventuali e sindrome premestruale, ho un andamento così lunatico, che non posso esimermi da ammettere di essere totalmente insopportabile.
(e ho pure commesso un furto inconsapevole e mi sento una merdaccia per un bene dal clamoroso costo di 1 euro e venti)

Auro - 00:18 - [ parole ]
diffondi i contenuti (XML) - diffondi i contenuti (RSS) - Powered by Movable Type