<< Marzo 2004 - Tentativi Di Fuga - Maggio 2004>>
30.04.04
 
da vicino nessuno è normale

domenica scorsa agli appunti a un certo punto mario brunello si è messo a suonare e sullo schermo è stato proiettato un video fatto di dagherrotipi degli ospiti dell'ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini (sede degli appunti) dagli anni 20 agli anni 50.
le immagini erano crudissime e violente.
io spiegarle non lo so fare.
ma a vedere quegli occhi cerchiati, buttati in mezzo a un viso, le mani che tenevano le tempie, le mani incrociate sul grembo, le labbre socchiuse e curiose... ecco, a vedere quelle immagini io mi sono chiesta cosa distingue loro dalle facce che vedo la mattina in metropolitana, dalla mia faccia quando mi guardo allo specchio coi capelli appena lavati, dalla faccia di mia madre quando piange, dalla massa che crede di essere vincente.
è la stanchezza la vera pazzia, o siamo tutti malati di stanchezza?
e non c'è risposta.

Auro - 18:45 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
ti basta?

g. (che non conosco) mi manda una mail in cui mi chiede perché la foto di silvestri. come succede spesso (chissà poi perché) chiede risposta pubblica.
risposta: così. ieri sera ero con amici nel solito chan irc e alla fine me li immaginavo i miei amichetti (loro li conosco) che urlavano e saltavano a casa loro sulla musica del silvestri l'anno scorso al concerto. esattamente come stavo facendo io, nonostante l'incazzatura e le lacrime.
questo a me basta per mettere una foto sul mio blog. soprattutto visto che quello fotografato e' un gesto che non faccio spesso, ma quando lo faccio non me ne vergogno mai.

Auro - 18:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
salti mortali e contrattazione per nulla

la iso e' tornata dalla mamma.
visto come poi sono andate queste ferie potevo anche tenerla con me.

Auro - 14:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
il mio primo vero giorno di ferie

oggi per la prima volta in una settimana di quasi ferie sono veramente felice di essere a casa. di non dover andare un ufficio, di non dover fare pausa con gli altri. di non dover andare al self service a pranzo, di non dover temere che mi piombi una mail indesiderata.
posso rimandare tutto questo a lunedi'. il we servirà.
oggi faccio la tassista per la mamma e poi cammino per la città. sotto la pioggia. senza pensare che ho ancora la tosse e il mal di gola, senza pensare a nulla.

Auro - 10:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
a voi la differita, io arrivo in anticipo...

E se non hai morale
e se non hai passione
se nessun dubbio ti assale
perché la sola ragione che ti interessa avere
è una ragione sociale
ma soprattutto se hai qualche dannata guerra da fare
non farla nel mio nome
non farla nel mio nome
che non hai mani domandato la mia autorizzazione
se ti difenderai non farlo nel mio nome
che non hai mai domandato la mia opinione
[Il mio nemico, Daniele Silvestri]

grazie sorellina. ogni tanto, forse solo perché sono un essere umano, me ne dimentico. ci vuole sempre qualcuno che me ne ricorda. e mi tiene sveglia e vigilante.

Auro - 00:15 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
29.04.04
 
recesssione

okkei, non e' periodo di spese.
ma oggi senza volerlo ho fatto una cosa e l'ho pagata il 15% in meno.
e sono passata in libreria a 80% in meno. sono uscita con solo tre libri e non sapete la fatica che ho fatto a lasciare li' solo 4 euro e 37.

Auro - 18:08 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
è un po' che volevo dirlo...

questo blog mi piace assai. sia quello che dice che come lo dice. e mi piacciono i commenti che lascia qui.
e non è piaggeria.

Auro - 18:05 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
messaggio chiaro e conciso

okkei, va bene, un po' è stata un'imbeccata mia, un po' era dovuto... però adesso basta. neh? che son 3 giorni che il cell fa inutilmente parapa-papapa-pa.
(sono stufa del non detto)

Auro - 11:19 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ intimismo ]
 
Siamo realisti... esigiamo l'impossibile, Ernesto Che Guevara

sto leggendo la biografia del Che scritta da Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza.
se non ricordo male è la terza che leggo. la prima che ho letto è "Le battaglie non si perdono, si vincono sempre" di Cormier.
(della seconda non ho grandissimi ricordi)
di quel libro ho dei ricordi molto "preziosi" legati non tanto al libro (ma anche al libro) quanto a tutto ciò che circonda la lettura di un libro: i luoghi, le persone, le parole, le sensazioni, il gusto e il retrogusto.
(fra l'altro quel libro non ce l'ho più)
quello che mi impressiona moltissimo di leggere Taibo adesso sono le intromissioni dell'autore e il fortissimo ruolo degli scritti del Che: ho appena letto il diario del viaggio con Alberto e ritrovo parole e memoria.
l'altra cosa che mi impressiona moltissimo è che Cormier aveva dedicato moltissimo spazio al Che giovane, mentre Taibo sta "correndo" per arrivare a Cuba.
ho un poster del Che che sorride in camera, che mi sorveglia mentre dormo, mentre mangio a letto, mentre digito sulla tastiera. me lo porto "dietro" da quasi dieci anni, difficilmente scenderà dal muro.
cosi' come il poster, la curiosità e la voglia di sapere me le porterò dietro ancora per molto.

Auro - 11:14 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ letture ]
28.04.04
 
[precaria]mente

io sabato vorrei proprio andare a genova, ma se per caso non ci si organizzasse... io sarò qui.

Auro - 12:35 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
osservazione alla Lorenz

mi sento immersa in un laghetto, circondata da anatre e paperotti.
la storia si ripete. riconoscerlo e' un passo avanti.
affrontare le cose che ciclano interrompendo il ciclo è un casino.
cose che vorrei fare: domani prendere la bici e andare via. fregandomene della febbre e della tosse. per poi tornare, fra qualche lustro (come dice sphera: ogni lustro un gusto).

Auro - 11:07 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ intimismo ]
 
good morning starshine...

non sono una persona violenta.
o almeno ho un sacco di pensieri violenti, ma ho anche un meraviglioso sistema di controllo.
ma c'è sempre un giorno nell'anno in cui vorrei diventare Tyler e spaccare la faccia a tutti.
buongiorno, per quest'anno quel giorno è oggi.

Auro - 09:14 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
27.04.04
 
piazza de angeli

il fatto che io sia una stordita non è una novità.
il fatto che io da brava stordita sia arrivata davanti alla mia banca proprio nel momento in cui stavano chiudendo per la pausa pranzo, mi sconvolge un po' ma vabbé, facciamoci forza... devo solo aspettare un'ora e un quarto... e del resto la questione conto corrente e' l'unico task improrogabile di queste ferie.
è una delle poche volte che sono nella "zona della mia infanzia" in pieno giorno e in orario lavorativo.
come al solito vado in mondadori. faccio la fila per avvisare che ho un libro mio in borsa. mi dicono di lasciarlo alle casse, alle casse non lo vogliono e dicono che non c'è problema. vabbé.
gironzolo fra i libri dicendomi continuamente che, visto che sto incassando l'assegno di infostrada che corrisponde alla metà dei soldi che dovrebbero darmi e che quindi mi sto arrendendo agli stenti, non devo comprare nulla.
vedo almeno dieci libri che vorei comprare. mi faccio forza e a fatica esco.
incredibilmente non mi fermano per controllare la borsa e così anche se ho il mio libro in borsa non ci sono schermaglie.
sotto il sole, davanti alle finestre a cui mi affacciavo da bimba, mi viene in mente che ieri sera s. mi ha detto che hanno aperto la nuova biblioteca rionale.
spero che facciano orario continuato e vado a darci un'occhiata.
il posto è splendido. chiunque della mia generazione (ma anche di quella di mia sorella) abbia frequentato la scuola elementare di piazza sicilia si ricorda le macerie dalla fabbrica DeAngeliFrua che albergavano davanti ai finestroni.
un coacervo di topi e scarafaggi (mia nonna diceva sempre "è la casa delle blatte", la cosa mi faceva ridere come quando diceva "è veloce come un torpedone elettrico") che attirava qualsiasi ragazzino che correva a casa (senza evitarsi la merenda dal panettiere di via Sacco o dalla signora Emma) dopo la scuola.
e adesso le macerie non ci sono più. c'è un giardino (non ancora aperto) e una splendida biblioteca rionale dove ci sono tutti i machiavelli (introvabili in libreria), ci sono grossissime lacune, ma ci sono splendide vetrate, un divertentissimo angolo bimbi e la bibliotecarie sembrano anche intelligenti...ho fatto la tessera, ho preso tre libri in prestito e ho fatto finta di non vedere quello che mi succede attorno, e che non riesco a gestire.
del resto sono malata e i riflessi lenti sono all'ordine del giorno.
e sono anche andata in banca e adesso sono anche piu' ricca. almeno apparentemente.

Auro - 16:44 - Scrivi/Leggi Commenti (5) [ parole ]
 
lista della spesa

in questa casa manca miele.
manca limone.
manca ordine.
manca qualcuno che passi piu' spesso l'aspirapolvere.
manca piu' sole.
manca aria.

Auro - 11:41 - Scrivi/Leggi Commenti (5) [ parole ]
 
ferie in malattia

qui si continua a tossire.
qui pero' di notte si va a vigevano e si prende un gelato in piazza ducale.
qui non e' che ci si capisca molto.
pero' e' fondamentale: qui si dorme un casino.

Auro - 11:06 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
26.04.04
 
la mia medicina contro la tosse

grancereale.
gusto muesli con frutta e fibra.
non ci sono parole per descriverli.

Auro - 17:07 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
immagini degli appunti

alcune delle foto degli appunti sono sul photoblog.
vedere a. sul palco: la consapevolezza che sono orgogliosa di lui e di quello che sta facendo. e la consapevolezza (se mai ce ne fosse stato ancora bisogno) che per fortuna è passato. e il passato è chiuso.
sul photoblog anche foto del mincio e di amichetti gommosi.

Auro - 15:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ istantanee ]
 
blue

come buttarmi via il senso di benessere di ieri.

Auro - 10:34 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
settimana interlocutoria

ormai tossisco indefessamente, mattina e sera.
ieri l'umido e il freddo non hanno fatto bene alle mie stanche membra.
ma che me frega: io sono in ferie.
e ho una missione: dormire. e stare bene.

Auro - 10:29 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
25.04.04
 
resistenza

s. f.
1 il resistere; sforzo per opporsi a qualcosa, per contrastare qualcuno: fare resistenza al nemico; incontrare resistenza alle proprie proposte; vincere la resistenza dei familiari | resistenza passiva, opposizione che si realizza come non collaborazione | resistenza all'autorità, (dir.) opposizione ingiustificata a un'autorità affinché non compia un atto proprio del suo ufficio
2 capacità di tollerare, reggere; robustezza, solidità: resistenza alla fatica, al calore, agli urti; la resistenza di una stoffa, di un ponte | capacità di sostenere sforzi fisici prolungati: doti, gare di resistenza
3 (fis.) ogni forza che si oppone a una forza agente; la forza che si vuol vincere in una macchina semplice per mezzo di un'altra forza (detta potenza) ' resistenza elettrica, grandezza caratteristica di un resistore percorso da corrente continua; è definita come il rapporto fra la tensione applicata ai capi del resistore e l'intensità di corrente che lo attraversa; in partic., espressione quantitativa dell'impedimento che la struttura materiale del conduttore presenta al passaggio della corrente ' resistenza specifica, resistività elettrica
4 (elettr.) resistore: cambiare la resistenza del ferro da stiro
5 (biol.) capacità naturale o acquisita di alcune specie o ceppi batterici di sopravvivere a sostanze antibiotiche o a batteriofagi
6 (st.) movimento di lotta politico-militare contro l'occupazione tedesca e le forze filonaziste, sorto durante la seconda guerra mondiale nei vari paesi europei; anche, il periodo in cui tale lotta si svolse: la resistenza italiana, francese, greca; aver fatto la resistenza, avervi partecipato | (estens.) qualunque movimento di opposizione armata a un invasore straniero o a un regime dittatoriale
7 (psicoan.) opposizione inconscia del paziente sottoposto ad analisi psicoanalitica, per impedire che i contenuti psichici rimossi vengano riportati sul piano della coscienza.
[garzanti]

Auro - 14:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
25042004

buona liberazione a tutti.

Auro - 01:05 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
23.04.04
 
tra sogno e lavoro

Bello, bellissimo.
Alto, altissimo.
Magro, ma non magrissimo.
Jeans strappati, maglietta, abbronzato, polsi sottili, occhi blu. Capelli scompigliati.
Dimmi cosa vuoi che faccia. Io per te faccio tutto.
Io che ti parlo e penso che spero tantissimo che quell'anello all'anulare sinistro, quell'anello d'oro che non e' giallo, ma bianco, come quello che ho portato io per anni, non significhi matrimonio (del resto per me non aveva quel significato, perche' dovrebbe averlo per te?)... accidenti! (eventualmente beata lei)
Tu mi parli e io ti ascolto e penso che scompiglierei i capelli.
Ok, fine del sogno, oggi sono andata da un clente.
E ho fatto fatica a concentarmi sul fatto che fosse un cliente. Ma era un cliente.

Auro - 13:10 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ salario garantito ]
22.04.04
 
collaaaaa

"Moigi e compagnia hanno denunciato Roberto da Crema per aver bestemmiato in tv. Rischia da ventimila a seicentomila lire di multa, scrive Repubblica: col che si dimostra che almeno il legislatore aveva il senso della misura. Io ce ne metto centomila, comunque, fino a che in tv sarà più grave una bestemmia che dire alle persone che un loro parente è stato sparato in testa in Iraq" (da wittgenstein).
un altro deca ce lo metto io.

Auro - 23:22 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
cartella clinica

etciu'

Auro - 20:21 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
21.04.04
 
partigiani!

appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti! appunti!
che si fotta tutto il resto!

Auro - 18:52 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
a volte basta proprio poco...

oggi ho detto a r. cosa mi sveglia alle 6 di mattina. e non mi fa dormire.
mi ha tirato su di morale e mi ha scritto una mail molto carina.
la r. è una persona speciale.
(sono felice? no, io non sono felice proprio per un cazzo... forse sono solo molto stanca...)
My heart is broke but I have some glue Help me inhale and mend it with you
We'll float around and hang out on clouds Then we'll come down and I have a hangover, have a hangover Have a hangover, have a hangover

(Dumb, Nirvana)

Auro - 09:58 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
copertina verde dei ricordi

mia sorella ha fatto ben poco per farmi crescere e diventare grande come dio comanda... (cioè come sarebbe giusto che chiunque crescesse e diventasse grande... anzi, lei ha remato contro in ogni modo...)
però quando io ero piccola lei ascoltava sempre un disco. era l'unico per il quale io non mi mettevo a urlare "togli quella cosa da giradischi"... anzi mi sdraiavo a pancia in giù in mezzo al corridoio a pochi centimetri dall'altoparlante e ascoltavo.
il 33 giri aveva la copertina verde mela con dei disegni piccoli... uno steccato e delle persone... e i caratteri corsivi...
ero una bimba che forse sognava che qualcuno - prima o poi - una canzone così gliela cantasse e poi smetteva di ascoltare e tornava a guardare in faccia le cose che succedevano intorno.
Se tu sei cielo è a te che tornerò e sul tuo seno le ali piegherò...
Per il mio sonno sei notte e sole al mattino e tiepida pioggia sulla terra che ho.
Se tu sei vento vento di mare... prima tempesta e poi riparo.
Il tuo passo leggero mi segue sulla via, sei tu che cammini sulla terra che ho.
Se tu sei tempo con me tu passerai, bella stagione, profumo mi darai...
e vendemmia per noi l'autunno che verrà, poi le foglie cadranno sulla terra che ho.
Ma tu sei cielo e a te io tornerò e del tuo seno il nido mi farò...
sei la strada accogliente che il mio passo sa già e sei vento, sei tempo, sei la terra che ho.

(se tu sei cielo, angelo branduardi)

Auro - 00:29 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ musica ]
20.04.04
 
sfogo, vol. 1

basta con sta pressione. basta con i soldi che non ci sono.
basta con l'affitto da pagare. con l'assicurazione per una macchina che da inizio dell'anno avra' fatto si' e no mille cilometri.
basta con lo svegliarsi alle sei in preda al panico.
basta con la faccia carina fuori e dentro il marcio.
basta con il reprimere le bestemmie che penso.
basta con le lacrime che non scendono, porco cane, scendessero, ma non scendono.
basta con questo pungiglione nell'occhio che sono quattro giorni che non va via.
basta con la pillola, i suoi effetti collaterali e il fatto che ho sempre paura di dimenticarmela.
basta con il silenzio quando voglio dire qualcosa. quando devo dire qualcosa. quando devono dirmi qualcosa. quando mi merito che mi venga detto qualcosa.
basta con il pensare in la' nel tempo e poi sentirmi in colpa perche' l'ho fatto.
basta con il fatto di dover fare delle cose che non voglio fare.
basta con il fatto che non faccio quello che vorrei fare.
basta con la scelta della sedia del senso di colpa che sarà scomoda ma apparentemente sempre meglio di quella della rabbia.
basta con la stanchezza, con l'indeterminazione, con il sopprtare le scelte degli altri.
sono trent'anni che sono incazzata e non riesco ancora a farmela passare.
cosa me la farebbe passare? non lo so. ma ogni volta che ci provo, porco cane, la scomodità della sedia mi spaventa. e mi alzo e mi rimetto a correre.
"non ce la faccio più" come diceva magda in biancorossoeverdone.
fine sfogo. adesso ricominiciamo a spalare merda.

Auro - 17:15 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ intimismo ]
 
zone d'ombra

ogni tanto faccio fatica a collegare la mia vita a quello che vorrei.
vorrei essere più tranquilla finanziarmente, vorrei essere più tranquilla moralmente.
vorrei che il mio bisogno di essere e di ricevere trasparenza non fosse così alienante, talvolta.
vorrei più sorrisi dagli altri e regalarne di più.
vorrei almeno avvicinarmi a quello che mi merito e che non so chiedere.
poi ci sono momenti in cui tutto questo sparisce come per incanto. poi ci sono momenti in cui tutto questo ripiomba pesante e inesorabile.
ed è notte.

Auro - 10:17 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
19.04.04
 
la cruda realtà dei fatt(on)i

ogni tanto mando mail proprio idiote.
il problema è che diverto un casino.

Auro - 16:12 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
camera café on-site

se riprendessero le pause caffé del mio ufficio, partirebbero denunce di cospirazionismo e sovversione politica.
(onore e merito comunque sempre e per sempre a debora villa che è in assoluto la mia patty preferita)

Auro - 15:55 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
dottoreeeee dottoreeeeeeeeeee

g. si laurea domani. ingegneria.
diciamo che è un po' in ritardo sui tempi...
domani sera c'è la cena di laurea in culo al mondo. sarà una bella occasione per rivedere amici che non vedo da un sacco di tempo e probabilmente si partirà a un certo punto con il momento amarcord: mosse della pasticceria, filetti e bisteccone, pianti, sbronze e "hot potatoes".
non vedo proprio l'ora.

Auro - 13:09 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
le vie del cinema

a mantova c'è una via (via grazioli) in cui c'era un cinema, che adesso e' una banca.
un collezionista di locandine di film ha chiesto a tutti i negozianti della via di mettere in vetrina alcune locandine (gentilmente "prestate" dalla sua collezione) per far rivivere l'atmosfera del cinemascope alla via.
quindi non preoccupatevi se passando di lì vedrete tutte ste locandine... il dubbio è normale che sorga.
come l'abbiamo fregato, il dubbio? entrando in un bar e chiedendolo. senza manco prendere un caffé.

Auro - 12:14 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ a forza di essere vento ]
 
frase del weekend

"gazzo, ghe goito!"
(il mincio fa miracoli!)

Auro - 09:16 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
17.04.04
 
dopo il meritato vegeto, il delirio

(questa arriva lunga, forse)
sei per me penna, fantasia, giudizio, casa, pioggia, ombra, viaggio, incrocio, guardiano, cacciatore, sacerdote, braccia, labbra.
e non so spiegarmi nulla.
e non so spiegarti nulla.
ho solo cose e carte da decifrare. bello.

Auro - 00:42 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
16.04.04
 
“Mi tolgo le mutande, così facciamo prima”

premessa: questo post era per il blogrodeo online, ma visto che io sapevo da ieri sera il titolo non me la sono sentita di mandarla lì. anche se l'ho scritta oggi fra le 13 e le 14. e quindi sta qui.

era francia.
era mare.
era estate.
era notte. anzi mezzanotte.
era spiaggia.
era carino, simpatico e se fossi stata un po' sgamata e meno idiota magari era pure il sedicenne giusto per me.
"che figata il mare stasera" (questo l'ho detto io, ovvio)
"facciamo il bagno? ci sono le stelle e l'acqua è splendida..."
"ma poi dobbiamo tornare dagli altri..."
"evvabbé, dai, facciamo un bagno veloce..."
(lo dicevo io che era il sedicenne giusto per me, lo dico ancora adesso che io invece sono un'idiota)
"su, non fare storie: via i vestiti e bagno..."
"ma poi ci faranno storie se arriviamo tutti fradici..." (ero decisamente idiota)
"ci leviamo le mutande, così ci asciughiamo prima"
è stato il mio primo bagno di mezzanotte nuda.
e ci voleva proprio tiziano scarpa a ricordarmelo... dopo che son passati 15 anni.

Auro - 14:13 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ parole ]
 
venti pop

... c'erano gino paoli, luigi tenco, bruno lauzi, endrigo giovanissimo, un incredibile e irriconoscibile fabrizio de andré, un altrettanto irriconoscibile eugenio finardi.
per mezz'ora ci sono stati tutti quelli che per sono la musica italiana, quella che mi piace ascoltare ancora adesso e quella che mi spiace non aver visto (forse non c'era mina)...
insomma io amo quella musica lì. quella che protestava, in molti casi.
m. mi ha fatto notare come le facce cambiano ma molto spesso le voci no.
e poi nella mezz'ora successiva tutta la merda recente. quelli che fra diciamo trent'anni saranno definite meteore. quelli che anche fra due anni saranno considerate meteore.
sono tornata a casa canticchiando, aveva smesso di piovere e mi restavano quattro sigarette.
un tipo su una micra ha cercato di rifarmi imelda in piazza greco.
si fotta, io canticchiavo "lontano lontano".
sto leggendo un gran bel libro.

Auro - 13:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
730

c'ho già l'ansia.

Auro - 12:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
ci sono cose che fuggono via

molte di queste cose erano in tivvu' stasera tardi, su raidue.
in una trasmissione che si chiama(va) ventipop.
ci vorrebbe un post apposta, beh... lo faremo.

Auro - 01:15 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
15.04.04
 
dialogo fra una e una sorda

"ci pensi..."
"devo proprio?"
"beh... veda lei..."
"insomma..." (la sorda in questione appoggia drammaticamente e come fa spesso la fronte sulla scrivania)
"sussù, non faccia così" (e allarga il sorriso che la caratterizza)
"ma io..."
"mica adesso... però ci pensi..."
la sorda esce un po' depressa. poi inizia a volteggiare in aria (almeno con la testa): almeno per due secondi ci ha pensato.
felice.

Auro - 19:19 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ intimismo ]
 
milano, zona centro

succedono cose strane a pausa pranzo: si va a pranzo con gonio che poi entra nella cabina telefonica e si trasforma nell'ispettore clouseau.
e nel mentre si incontrano per caso i maestrini.
tornando indietro in ufficio, visto che la rivoluzione è morta (trad.: l'accendino in stile warhol mi ha abbandonato per mancanza di spirito), fermo un ragazzo che sta accendendosi una sigaretta e gli chiedo se fa accendere anche me.
è un mio compagno del liceo. uno che ho odiato tanto e a lungo. io lo riconosco all'istante: sul collo si vede sopra il colletto e la cravatta la cicatrice che si è fatto durante la gita sciistica sbattendo contro la ringhiera dalla baita. spero che lui ci metta un po' di più, il tempo di scappare via: l'ultima volta che mi ha vista avevo ancora i fondi di bottiglia sugli occhi e i cappelli lunghi e ricci. mentre mi accendo la sigaretta, cercando il favore del vento, cercando soprattutto di fare il prima possibile, lui parla sguaiatamente al cellulare e sistema una borsa da "ingegnere" nel bauletto dello scooter.
"grazie, ciao". e li mi accorgo che mi fissa.
mi allontano e poi, fatti tre metri, mi rivolto: mi fissa ancora. inebetito. mi rendo perfettamente conto che mi sta fissando i polpacci. ok, non puo' non avermi riconosciuto. mi rivolto e come un soldatino mi dirigo verso il corso.
spero insistentemente che non si metta a urlare "auro, auro". non lo fa.
forse lo odio un po' di meno, forse.
o forse è diventato miope. del resto non lo avevo mai fumato, anzi era un integralista salutista.
tutto può cambiare.

Auro - 15:22 - Scrivi/Leggi Commenti (7) [ parole ]
 
tutta tempestate di lucicchini

ieri mi è cascata per terra una boccetta di smalto.
precisamente smalto trasparente con i brillantini.
ovviamente si è spaccato in mille pezzi: ho raccolto brillantini per mezz'ora.
prima ho pulito il pavimento con l'acetone poi con la candeggina. poi mi sono guardata le mani e parevano il vestito swaroski della ventura a sanremo.
un po' di swaroski adesso giacciono nella fogna, altri (molti altri) erano rimasti sulle mani.
stamattina già va meglio. la metà dei sopravvissuti giacciono sulle mie lenzuola e federe. i restanti ancora sulle mie mani.

Auro - 11:08 - Scrivi/Leggi Commenti (6) [ parole ]
 
rimandare...

ho in testa da un po' di tempo un post. mi balla dentro a ritmo di mambo, fa le piroette e poi si lascia ammansire da una gavotta rallentata.
insomma balla ma poi non lo scrivo mai.
ieri sera addormentandomi mi ero detta: domani lo scrivo.
stamattina il risveglio e' stato un po' diverso da quello che mi aspettavo: anche oggi non è aria.

Auro - 09:32 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
14.04.04
 
dove fiorisce il rosmarino...

se c'è stato chi ha scritto e cantato cose come il "canto del servo pastore" vuol dire che esiste qualcosa che non si chiama dio (qualsiasi sia il nome di dio), non si chiama amore, non si chiama caso, ma che noi chiamiamo come più sentiamo sia giusto. e non osiamo mai pronunciarne il nome.
(grazie edo)

Dove fiorisce il rosmarino c'è una fontana scura
dove cammina il mio destino c'è un filo di paura
qual è la direzione nessuno me lo imparò
qual è il mio vero nome ancora non lo so
Quando la luna perde la lana e il passero la strada
quando ogni angelo è alla catena e ogni cane abbaia
prendi la tua tristezza in mano e soffiala sul fiume
vesti di foglie il tuo dolore e coprilo di piume
Su ogni cisto da qui al mare c'è un po' dei miei capelli
sopra ogni sugara il disegno di tutti i miei coltelli
l'amore delle case l'amore bianco vestito
io non l'ho mai saputo e non l'ho mai tradito
Mio padre un falco mia madre un pagliaio stanno sulla collina
i loro occhi senza fondo seguono la mia luna
notte notte notte sola sola come il mio fuoco
piega la testa sul mio cuore e spegnilo poco a poco
(Fabrizio De André e Massimo Bubola, 1981)

Auro - 14:59 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
ah, questa tecnologia avanzata...

sto usando un portatile toshiba che risale a carlo cudega... la risoluzione è 640 per 480 e ogni tanto il mouse sparisce...
sul mio portatile "istituzionale" il disco fisso laaaaargo non funge. si torna a quello smilzo e... si riformatta tutto (per la seconda volta in un giorno).
sono un fremito di sensazioni positive, oggi. già. comunque sempre meglio di ieri.

Auro - 13:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
ma i cazzi loro? mai?

perché sulla mia scheda medica dell'ufficio ci deve essere scritto che ho "alcuni piercing"?
e perché sono sufficientemente contenta del fatto che non mi sia dovuta calare i pantaloni se no ci sarebbe scritto pure che ho "alcuni tatuaggi"?
(giusto per chiarire: non ho mai nascosto nè piercing nè tatuaggi... uno dei fantomatici piercing si vede chiaramente e non è un piercing... ma tu vallo a spiegare al brianzolo che il piercing ha dietro una filosofia... e che la pistola sparaorecchini invece no... l'altro sì ed è come un figlio... quindi vabbene che vada anche sullo stato di famiglia)

Auro - 13:06 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ salario garantito ]
 
blogrodeo 1.0

E' arrivato! Spostati!

Auro - 12:51 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ parole ]
13.04.04
 
stranezze

se questa è veramente una diretta ditemi che ho sognato tutto.
io la storia degli italiani rapiti la sento da un bel po' di giorni... sabato ne ho parlato a cena con amici... forse venerdì (forse) hanno dedicato un micap... e adesso mi vengono a dire che è da ieri che si sono accorti che sono scomparsi (lancio delle 14.11)? occielo... ma alla dts security non tengono conto dei giorni festivi e prefestivi? sono gli unici che non hanno fatto l'appello a tempo debito? credevano fossero in ferie? ma come... ma sono o non sono sul loro libro paga?

Auro - 14:47 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
blogrodeo 1.0

siete pronti? siete caldi?

Auro - 12:42 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
settanta emmequ

la casa non è male e fra l'altro nello stesso condominio ci abita una mia amica con tutta la famiglia felice.
da fuori pare una reggia. dentro potrebbe essere molto bella.
a quanto pare il prezzo è decisamente concorrenziale.
tutti pro. direi.
i contro sono: la casa è in culo al mondo, se per mondo intendiamo tutto quello che è attualmente la mia vita (relazioni sociali, lavoro, amici, cane, famiglia). ecco: i contro sono uno, ma che vale qualche chilometro. qualche decina di chilometri.
però potrei andarla a vedere lo stesso, no? poi magari non mi piace... e quindi bona lì... poi magari mi piace... e sono cazzi.
(altro lato positivo... non ha un giardino: ha un parco. direttamente...)

Auro - 11:45 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
ma perché pago un servizio che non funziona?

la mail di aruba ha la capacità di tirarmi scema.
perché non funziona mai quando dovrebbe funzionare e invece tutto lo spam notturno lo ingloba allegramente come un elefante che mangia noccioline?
ma vaffanculo, va...

Auro - 11:12 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
problemi di palinsesto

ci sono cose che solo la radio può dire e raccontare.
ho fatto più volte il panegirico di radiopop.
adesso vorrei solo far sapere che io questo telefilm vorrei rivederlo.

Auro - 01:00 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
12.04.04
 
ormoni in subbuglio?

we lungo pieno zeppo e bellissimo. con una coda di malumore.
io spero solo (per tanti motivi) che questo malumore sia decisamente unicamente ormonale...
(pensiero nonsense: ogni tanto credo di avere più cuore che anima... ogni tanto mi chiedo cosa sia il cuore e cosa sia l'anima... ogni tanto mi chiedo se a farmi vedere diverse le cose di ogni giorno sia la miopia mal corretta o una specie di droga alcolica che non mi accorgo di ingurgitare... adesso che ci penso stasera ho guidato senza occhiali e dopo aver bevuto... anche se poco. l'altra sera per fortuna ha guidato m., anche se non ero poi così brilla...)

Auro - 23:18 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
11.04.04
 
buone uova di cioccolato

mi sono appena svegliata.
mi ha svegliato m. che è al mare e mi stava per comprare il pesto (spero non le acciughe al limone...) da portarmi a casa stasera.
mi continuano ad arrivare sms di auguri... "si' grazie, ricambio".
ho la casa da rivoluzionare, ho almeno 4 lavatrici da fare e il mio obiettivo è sistemare lo sgabuzzino. buttando via tutto il possibile!
la tata sta malissimo: ieri le hanno fatto la vaccinazione, l'antifilarica, l'esame del sangue. tenendo conto che ha una superficie corporea di 20 cmquadrati capisco che si senta un po' rotta... solo che praticamente sono 24 ore che sta in piedi come i cavalli.
vabbé... vado a attaccare la kamtchaka del mio appartamento. jacuzia a me!

Auro - 11:45 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
09.04.04
 
riscoperte

paola turci: live acustico dall'auditorium demetrio stratos di radiopop.
dov'era finita questa canzone quando la cercavo e non la trovavo?
[...]
Ti avrei dato tutto senza chiedere
ti avrei dato amore si lo so sono capace a non parlare per ore ed ore a farmi del male
Forse mi lasciavo prendere
Forse ti lasciavo vincere
Volevo dirti che sto pensando a te
Volevo dirti che sto parlando di te
Gocce di rabbia nei pensieri fanno rumore
ma nelle tue labbra affondo fino a perdermi, a non capire e devo reagire
[...]
[Sabbia bagnata]

Auro - 22:29 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
i don’t subscribe to this point of view

oggi in ufficio è successa una cosa stranissima... o che comunque mi ha stupito moltissimo.
stavo ascoltando un po' di musica, senza cuffie, winamp libero, volume basso... i miei colleghi (oggi siamo decimati dall'influenza e dalle ferie) non si lamentavano perché comunque è musica ascoltabile ("non la solita merda che ascolti tu").
è partita Russians. tutti hanno iniziato a canticchiarla. alle 11 di una qualsiasi piovosa mattina di aprile ho pensato: oggi ho sbagliato numero civico, questo non è il mio ufficio.

Russians, Sting
In Europe and America, there’s a growing feeling of hysteria
Conditioned to respond to all the threats
In the rhetorical speeches of the soviets
Mr. krushchev said we will bury you
I don’t subscribe to this point of view
It would be such an ignorant thing to do
If the russians love their children too
How can I save my little boy from oppenheimer’s deadly toy
There is no monopoly in common sense
On either side of the political fence
We share the same biology
Regardless of ideology
Believe me when I say to you
I hope the russians love their children too
There is no historical precedent
To put the words in the mouth of the president
There’s no such thing as a winnable war
It’s a lie that we don’t believe anymore
Mr. reagan says we will protect you
I don’t subscribe to this point of view
Believe me when I say to you
I hope the russians love their children too
We share the same biology
Regardless of ideology
What might save us, me, and you
Is that the russians love their children too

Auro - 14:22 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ musica ]
 
aree di spesa

ultimamente spendo più in farmacia che al supermercato.
"Look at me, you can take it all because this face is free
Maybe next time use your eyes and look at me
I'm a drama queen if that's your thing, baby, I can even do reality"
(Look at me, Geri Halliwell)
si preannuncia una pasqua di pioggia, casa da sola, domani mezza giornata al mercato, in mattinata dal veterinario.
palle. non potremmo essere una famiglia normale di quelle che mettono il culo sulla sedia e mangiano fino a scoppiare? no! facciamo come al solito gli anticonfromisti...
(sia chiaro io adoro il fatto che la mia famiglia sia così apocrifa, discinta, irreverente, originale e bizzarra... non potrei reggere diversamente. ma in alcuni casi è un po' ghettizzante)

Auro - 14:09 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ parole ]
 
mantra della nanna

devo dormire di più.
la sveglia è la mia peggiore nemica.
io faccio sogni strani.
io parlo di notte e digrigno i denti.
devo dormire di più.
che mi farebbe un gran bene.

Auro - 09:29 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
08.04.04
 
adesso lo dico e poi mi pento

mia madre è una piaga: per raccontarmi una cazzata che è successa ieri ha tirato fuori cose che risalgono al paleolitico (che fra l'altro conosco a memoria).
non solo ma ha chiesto a me come può tirare un cavo elettrico da un capo della stanza all'altro, incazzandosi perché io non sapevo darle una risposta certa: ci mancava solo che mi dicesse che con tutto quello che non ha pagato per farmi studiare, era meglio che facessi la scuola radio elettra.
in compenso, tanto per cambiare, ieri e oggi mia sorella era a milano e io non ne sapevo nulla. poi non mi vengano a dire che io non la rendo partecipe della mia vita.

Auro - 19:23 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
 
ho visto anche delle Auro felici

e chi lo avrebbe detto che uno zaino portapc mi avrebbe fatto impennare di così tanto la curva della qualità di vita?
ma voi lo sapete cose significa poter passare dai tornelli della metropolitana senza dover per forza finire incastrata fra borsa, borsa dell e cellulite?
stasera festeggio: vado a nanna presto...

Auro - 18:44 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
voglio l'erba voglio

Voglio l'erba voglio
Voglio avere un quadrifoglio da trovare sul mio prato di moquette
Voglio trascinare Ornella Muti sotto un plaid
Voglio entrare al primo posto in Hit Parade
Voglio andare a visitare un UFO
Voglio il conto corrente dei Bee Gees
Voglio riscaldare mezza Alaska
Farmi il bagno nella vasca dove sguazza Rachel Walch (Etciù!)
Voglio comandare un giorno all'ONU e col potere fare uscire Bergamo dal MEC
Voglio avere un jumbo personale che mi porti di corsa a far pipì
Voglio chi mi esalta
Voglio avere un John Travolta che mi preghi di insegnargli il Rock and Roll
Insomma voglio l'impossibile un divano sommergibile per fare un tuffo nell'assurdità
Ma per fortuna mi son sognato addosso e i miei sogni chi me li asciugherà?

Auro - 16:32 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ musica ]
 
dubbi amletici religiosi

ok, sono una persona strana. faccio gli auguri di pasqua e di natale anche se non credo né nella pasqua, né nel natale. anche se proprio non credo in nulla. insomma, pur rispettando le scelte e il credo degli altri, ci sono delle cose legate alla celebrazione delle festività che mi sembrano proprio assurde.
il digiuno del venerdì santo (che io ero convinta fino a poco tempo fa che durasse anche il sabato santo e invece no... e anche questo non me lo spiego mica...) mi sembra una di queste cose mica tanto chiare. anche la storia del venerdì di magro... se è per questo...
ma visto che alla fin fine sono io quella a cui mancano i rudimenti religiosi... fate un po' come volete. e ritenete giusto. ci mancherebbe...
però, che senso ha digiunare il venerdì (santo o non santo che sia) se poi si grufola come porci i restanti giorni?
(mi verrebbe da citare la canzone g7 dei 99posse e dei bisca... ma non riesco a trovarne il testo online...)

Auro - 12:02 - Scrivi/Leggi Commenti (8) [ parole ]
 
la passione di cristo

ieri sera durante poplain di radiopop parlavano dell'uscita del film "la passione di cristo". mentre ne parlavano la conduttrice e l'inviata pensavo: "io un film così non lo vedrei". più che altro quello che mi spaventa è che il film è tutto in lingua aramaica sottotitolata. due ore e mezza: uno sparo nelle palle.
(certo che forse la bellucci in aramaico è meglio della bellucci in italiano... certo che deve essere costato alla produzione togliere la muffa e le ragnatele dalla pelle della celentano...)
in ogni caso dopo aver raccontato un po' del film, hanno chiesto agli ascoltatori di chiamare per dire se sarebbero andati a vederlo o meno. ha telefonato un tipo che ha detto:
"io la passione di cristo l'ho già vista stamattina sulla prima del manifesto".
in studio non sapevano come rispondere, io mi sono sentita dannatamente scema.

Auro - 11:01 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ immagini in movimento ]
 
istanti

ho riaperto il photoblog.
fra l'altro oggi ho visto un ragazzo fotografare i piccioni sul filo. esattamente come avevo fatto io, quasi un anno fa.

Auro - 00:46 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ istantanee ]
07.04.04
 
ciel pur, vent nul...

per chi ha letto vol de nuit, magari in una vecchissima edizione folio, questa notizia non può che far bene al cuore.
Il eût pu croire aussi, dans ce calme, faire une lente promenade, presque comme un berger. Les bergers de Patagonie vont, sans se presser, d'un troupeau à l'autre : il allait d'une ville à l'autre, il était le berger des petites villes. Toutes les deux heures, il en rencontrait qui venaient boire au bord des fleuves ou qui broutaient leur plaine.

Auro - 16:40 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ letture ]
 
heart-shaped box

non ho scritto nulla sull'anniversario di kurt cobain.
il fatto di vedere stasera s. e un post incontrato on line mi ha fatto pensare che sarebbe (forse) il caso di farlo. ma non so se l'obiettivo è quello giusto: parlerò di kurt per parlare come al solito d'altro. inizio a pensare che questo post conterrà molte rivelazioni.
i nirvana per me sono sinonimo di bisuschio, dei sukre, degli scout, delle serate in sede a fare gli scemi, sotto gli sguardi poco convinti di ka, baloo e mowgli dipinti sulla parete della stanza del branco (Auro tu non puoi essere stata così)... i nirvana per me sono sinonimo di m. e di e. che stavano assieme. io non capivo nulla e ho fatto un casino più grosso di me, per una scemata, per una scommessa stupida e inutile (Auro tu non puoi essere stata così)... inizio a pensare che questo post conterrà troppe rivelazioni. i nirvana sono sinonimo di un concerto delirante, durante il quale io avevo 38 e passa di febbre, non riuscivo neanche a distinguere nell'aria l'odore della maria. il pomeriggio avevo dato l'esame di storia contemporanea, sgraffignando un 20. nello zaino avevo gli anfibi, la camicia a scacchi e la maglietta scrausa. nello zaino quella sera avevo una giacca con un paio di pantaloni a completamento e le scarpe coi tacchi (Auro tu non puoi essere stata così)... il giorno che è morto kurt cobain io stavo baciando andrea davanti a santa maria della passione (e già il nome era tutto un programma...). adesso ho la certezza matematica che questo post contiene troppe rivelazioni. poi ho preso la broncopolmonite. sono stata quasi un mese a casa dei miei (vivevo già da sola) e passavo le mie giornate a studiare, ad ascoltare qualcosa che mi sembrava dire che polly mangiava creaker (Auro tu non puoi essere stata così)... dopo questo quasi mese di clausura sono andata alla manifestazione del 25 aprile, ho corso e ho saltato. polly non mangiava creakers, andrea era un puttaniere e io ero come al solito troppo autistica per non pensare - nel delirio dei miei vent'anni - che l'empatia era veramente l'unica soluzione.
Auro tu non puoi essere stata così...

Auro - 15:13 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ musica ]
 
blogrodeo 1.0

perché i blogger sognano parole elettriche?

Auro - 12:41 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
sempre sull'otto per mille

io presterei assai attenzione a questo e a questo.
così, giusto purparlé.
(grazie al Diletto)

Auro - 11:13 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
un colpo di spugna all'afasia

in neanche mezza mattinata sono riuscita a:
- fissare appuntamento per il 730
- capire quando andare a ritirare il CUD
- fare il punto dei documenti che mi mancano per la presentazione del 730
- decidere che è il momento di cambiare veramente conto (e quindi ho iniziato a stamparmi prospetti informativi)
- prendere appuntamento dal veterinario per la vaccinazione e la profilassi antifilarica della tata
- chiamare il padrone di casa per dirgli che ho bisogno di sapere a quanto ammonta la cifra dell'affitto
tutta sta attività mi debilita.

Auro - 11:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
orrore guerra

prima pagina manifesto di oggi.
vignetta di vauro sul manifesto di oggi.

Auro - 09:29 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
06.04.04
 
[note to self and to the others]

molto spesso mi dicono che sono troppo attaccata ai miei ricordi.
vero.
faccio moltissima fatica a staccarmi da cose che sono successe nel mio passato. credo che buona parte di questa difficoltà nasca anche e soprattutto dal mio metodo di associazione mentale, spesso (giustamente) incomprensibile ai più.
quello che è falso, è la convinzione che se sono così legata ai miei ricordi, io ne sia succube: sono in grado, da brava bambina adulta, di elaborare i miei ricordi. e di viverli in maniera distaccata.
pero' comunque mi pare uno spunto di tutto rispetto.

Auro - 18:39 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
 
parole sue...

"Hanno chiesto a Tenco di sorridere un po', mentre canta la sua canzone, questo l'ha mandato in bestia perché si vede che non hanno capito niente e poi non debbono dirmelo di sorridere perché io lo so da me che faccia debbo fare quando canto una canzone..." [...]
(intervista rilasciata da Tenco al Secolo XIX il 25 gennaio 1967)

Auro - 18:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
legge di Auro #1

magari l'autoradio nuova non funzionerà, ma la pizza sarà ottima.
buona giornata!

Auro - 09:28 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
05.04.04
 
dialogo a pausa pranzo fra colleghi

b. - "sai che ho scoperto cosa non andava in quella pagina su cui stavi lavorando? era una semplice select..."
(ndA. a. ci ha lavorato per almeno due settimane e continuava a dargli un errore...)
a. - "e porco di qui e porco di lì..."
(ndA. non che stia censurando bestemmie: è proprio un modo di dire - testualmente riportato - molto utilizzato nel nostro ufficio...)
g. - "e porco di sù e porco di giù..."
(ndA. no, giuro... questa è la prima volta che la sento dire...)
io - "e porco a destra e porco a sinistra..."
(ndA. ok, vabbé, anche io se mi ci metto...)
g. - "ma soprattutto porco a destra..."
(ndA. g. è un destroide impenitente che ha dichiarato pubblicamente che non darà più il suo voto al banana, non alla destra in toto, ma specificatamente al banana...)

Auro - 14:03 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
grand plié in seconda

io forse sono una persona un po' particolare. io di certo ho un occhio di riguardo per qualsiasi cosa parli di danza.
i film sulla danza mi hanno sempre affascinato e mi hanno anche sempre scatenato moti di invidia di proporzioni imbarazzanti.
a me "the company" è piaciuto moltissimo (a differenza di chi lo ha visto con me): mi è piaciuta la storia che non c'è, la trama che non ha né capo né coda, la fotografia, la regia. mi sono piaciute le lunghe carellate sul palcoscenico colmo di mani, gambe e piedi, nastri...
mi è piaciuto come lei passa delle lacrime senza apparente motivo al sorriso nonostante la delusione.
mi è piaciuto come lui taglia il pomodoro, come lei lo guarda mentre lo fa.
mi è piaciuto notare la palese differenza fra i bourrè e i petit bourré della chiavica che poi andrà sul palco e quelli della ragazza che si spacca il tendine di achille senza manco fiatare.
mi sono lasciata trasportare dall'altalena e dai piedi che correvano nell'aria. mi sono sentita quel palloncino che segue la testa e il vento che scompiglia il vestito di Ry in mezzo al parco.
alla fine del film ho preso la bici e sono corsa da m., sfidando il corso che solitamente mi colpisce quando lo percorriamo con la massa critica. non c'era modo di appropriarsene venerdì notte, che le macchina c'erano e non c'era modo di fermarle. ma l'aria era frizzantina, avevo voglia di vedere m. per raccontargli il blu e il rosso dei vestiti di blue snake, il caldo della casa di Ry e il giallo delle sciarpe del signor Antonelli.
ma poi si sa, io non sono brava a raccontare e alla fine gli ho detto poco nulla. ma ci siamo addormentati abbracciati nel suo letto rosso, arancione e giallo.

Auro - 11:24 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
domenica di sole

andiamo a serravalle? dai che l'autoradio tanto non va... dai che abbiamo il pc e possiamo sentire il cd lo stesso... dai ceh così vediamo cosa potrei compare se avessi soldi. famo il rodaggio alla macchina, sù...
dai... ma dopo andiamo a genova? io non ci sono mai stata a genova "seriamente". i vicoli ti piaceranno, e poi andiamo a mangiare fuori stasera... così tu mangi pesce e io mangio a genova.
e genova è tutta vicoli (che effettivamente mi sono piaciuti moltissimo), la focaccia comprata da una negoziante che prende per i fondelle bellamente un tipo di chiara origine araba... mi ha colpito molto questa cosa perché a milano nessuno lo farebbe, nessuno si "permetterebbe" di usare quel tono, quella sfacciata parlata...
e genova è un bel locale in cui prendere un aperitivo (ainsi, ainsi) e mangiare un sacco di pizza.
e genova è una splendida mostra di luzzati (scandaloso che non esista un link come dio comanda) in cui sono stata per un po' polifemo e la guida era veramente fuori di testa.
e genova sono terrazze e case, panni stesi e mutande a sventolare.
poi si torna a milano e vabbé, la vita ricomincia... da stamattina, con la voglia di un ippopotamo in un campo di girasoli. con 6 sigrette all'attivo, ieri, e solo una oggi.

Auro - 09:35 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ a forza di essere vento ]
02.04.04
 
e con questo si chiude la saracinesca

oggi ero (mi sono appena cambiata) in gonna corta e tacchi. succede una volta al mese, beh... forse due o tre, ma sempre e solo per lavoro: pagare pegno con tailleur e tacchi costa - talvolta - più che una marchetta atta a spennare i polli.
sono andata allo spaccio della superga con r. e mi sono provata un vestito corto che mi piaceva un sacco. molto da mare. visto che a milano non c'è il mare e visto che non ho un euro in tasca (e soprattutto a fine mese devo pagare tre mesi di affitto e sei mesi di macchina assicurata), non l'ho comprato.
tempo fa avevo l'abitudine di scrivere sulla moleskine le cose che dovevo fare, ogni tanto l'ho fatto anche sul blog. non ho concentrazione e non ho voglia di fare nulla. nemmeno di scrivere gli elenchi. inizio a rivalutare l'improvvisazione.
non ho manco voglia di leggere i miei blog preferiti. adesso stacco tutto e fino a lunedi' mattina il pc non verrà acceso. promessa solenne.
serata al cine con amici e notte di anabole e ristrutturazione interna. i tatami se vogliono possono fare miracoli. spero che siano di luna buona...

Auro - 18:49 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
sarà la primavera

sono stanca.
e non ne ho veramente più voglia.
di tutto.
(chiusa lamentazione. lamentarsi non è mai bello ed è indice di malesserre).
il we sarà splendido.

Auro - 15:51 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ parole ]
01.04.04
 
ma scusate...

ma com'è che le riprese dello sgombero rom di via adda sono dall'interno dell'edificio, anche quando riprendono lo sfondamento dell'entrata da parte delle forze dell'ordine?

Auro - 19:35 - Scrivi/Leggi Commenti (5) [ parole ]
 
oggi non ci sono cazzi... oggi non ci sono favori (per nessuno)

ho 30 anni e poche certezze.
una di queste è che non esista niente di facile, nulla di "per sempre", nulla di totalizzante, di pienamente soddisfacente.
non l'amore, non la famiglia, non l'uomo ideale, non l'uomo quasi ideale, non il lavoro, non i soldi, non la casa in campagna, non il sorriso della portinaia.
non io, non tu, non noi, non voi, non loro.
insomma ci si deve accontentare e che si deve trovare un compromesso, il più possibile confacente alla nostra idea di sicurezza, tranquillità e serenità.
però, però... se esistesse l'amore per sempre io credo che avrebbe il profumo dell'erba appena tagliata, il colore del mare e la voce di mia martini che canta "almeno tu nell'universo".

Auro - 17:20 - Scrivi/Leggi Commenti (5) [ intimismo ]
 
consumismo

le cose per me sono o bianche o nere. lo sanno anche i sassi.
e chi si vuole conquistare un po' di grigio deve meritarselo.
per la customer satisfaction ho deciso che il grigio si può, però, anche comprare: accetto assegni, contanti e anche ticket (ma a scadenza 04/2005).
e così fatevi pure venire il pelo sullo stomaco se volete, oppure i sensi di colpa. ma rimane il fatto che, per il mio grigio, prima si ha da passare alla cassa.

Auro - 15:28 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ intimismo ]
 
giusto per chiarire

questo blog non è nato e non sarà mai gestito in modo da aumentare gli accessi, di avere molti commenti, di avere molti referrer, di essere il blog di una blogstar. di far trovare alla sottoscritta un nuovo lavoro.
la qui presente non farà mai nulla per far sì che il blog piaccia agli altri. non ci saranno ricchi premi e cotillons.
mi sembra giusto chiarire. soprattutto le idee nella testa degli altri.

Auro - 15:22 - Scrivi/Leggi Commenti (7) [ parole ]
 
blogrodeo 1.0

mancano 50 giorni

Auro - 12:15 - Scrivi/Leggi Commenti (7) [ parole ]