<< Novembre 2004 - Tentativi Di Fuga - Gennaio 2005>>
31.12.04
 
un quasi bilancio

- Sta per arrivare il nuovo anno.
- Aspettiamo un po' o ci arrendiamo subito?
(ellekappa)

nessun bilancio, che quello che penso del 2004 non ha spazio su un blog pubblico.
10 immagini che per me sono e sempre saranno questo 2004. e gli altri non si sentano esclusi:
- io e m. che suoniamo alla porta di zoobabele la sera del 1 di gennaio 2004
- le mani intrecciate durante il concerto di paolo conte.
- io che vado via in bici sotto una pioggerella sottile di febbraio, evitando un binario del tram e maledicendo dio, in modo assolutamente irrecuperabile.
- io che saluto gli automobilisti dal trocabus
- io, c. e t. che facciamo colazione vista "hotel de ville".
- la villa di staggia, che costeggio veloce in bici.
- la notte passata sdraiata di notte sul balcone di d. chiedendomi se sarei riuscita a vedere enzo passare.
- io che faccio portofino.
- io che pedalo una mattina presto in direzione piacenza e mollando il manubrio riesco a sentire che ho il mio mondo fra le mani.
- la mia faccia in un mezzogiorno di pioggia. dove si vedeva lontano un miglio che avrei spaccato il mondo intero, che avevo appena pianto per la prima volta da moltissimi mesi di rabbia e di rancore. ma con il segno, sulla faccia, della mia sorpresa e del mio stupore per il regalo di f. e di m. in miniatura mi ha fatto piacere da morire e che capeggia (con il ruolo di protagonista) nella mia sala.

che il vostro 2005 sia come lo volete voi. io lo vorrei solo più tranquillo, meno complicato, più onesto, meno confuso, più progettuale, meno sabbatico, più rispettoso, meno improvvisato, più estroverso. ma non solo.

Auro - 16:35 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
30.12.04
 
più bel prevedere...

Un giornalista ha chiesto a Xzbit, un rapper della Vergine, cosa sperava di ricevere per Natale. "Tutto quello che voglio", ha risposto Xzbit, "è uno Hummer H2, uno schermo al plasma cazzuto, e un fucile d'assalto AR15 con un caricatore da 30 colpi". Anche se nella tua lista dei desideri non c'è niente di quello che si aspetta Xzbit, ti esorto a fantasticare sui regali più stravaganti per pompare le tue energie nel 2005. Secondo la mia analisi degli auspici astrologici, provando a immaginare i miglioramenti che vorresti portare con te nell'anno nuovo, dovresti lasciarti andare a pensieri da macho. Che ne dici di un corso di vita spericolata, qualche lezione di yoga ashtanga o un progetto per un'avventura coraggiosa?
Internazionale

Auro - 16:15 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ brezsny docet ]
 
il finto problema della piccola massaia in erba

dati: 8 (otto) tailleur, 4 (quattro) gonne lunghe, 5 (cinque) gonne corte, 2 (due) vestiti lunghi, 5 (cinque) vestiti corti, 6 (sei) maglioni, 3 (tre) giacche, 2 (due) paia di pantaloni.
questione: sono tutti da far lavare professionalmente.
possibili risposte:
a. portarle un po' per volta in tintoria (investimento sul lungo periodo)
b. portarle tutte in una botta sola in tintoria (investimento sul breve periodo)
risposta: in ogni caso chiedere un finanziamento in banca. e un sovvenzionamento in ufficio visto che è praticamente solo roba di lavoro.

Auro - 16:12 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
esperienze che segnano

nono, non si va al mercato di via osoppo.
fa male alla pelle e all'umore.
troppa gente, troppi carrellini, troppi passeggini.

Auro - 14:26 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
più bel tacer...

anno bisesto, anno molesto (r.)

Auro - 02:03 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
29.12.04
 
fra questa fine d'anno e quella dell'anno scorso...

scopri le tre piccole differenze.

Auro - 19:20 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
on the air

stanotte per le repliche di radiopop (ascoltabile anche in streaming) passano uno speciale sullo spettacolo che tanto mi perplossi.
Letture

Auro - 19:08 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
regalo di fine anno

sono stata promossa.
in un certo senso hanno solo ufficializzato una cosa che era già così.
il bello è che io non lo sapevo. l'ho scoperto per caso oggi, quando ho ricevuto il nuovo organigramma aziendale.
c'è già chi ha pensato a smontare la mia già poca entusiastica reazione.
c'è già chi mi ha fatto notare che visto che stanno licenziando non è il caso che io speri in un aumento (cosa alla quale non avevo neanche pensato).
la cosa non è che mi dia fastidio, ovvio. ma forse dovrei essere più entusiasta, ecco. o meglio dimostrare il mio entusiasmo, che c'è, ma diciamo che non ho stappato nessuna bottiglia di champagne.
e invece ne sento solo la responsabilità. o meglio, sento che la responsabilità di prima adesso la devo proprio dimostrare. poi magari da gennaio le cose cambiano, neh... cioè magari rientrerò in ufficio baldanzosa e finalmente disposta a fare quello che sono, non solo un capoprogetto, ma - come li chiamiamo noi in azienda - una coordinatrice.

Auro - 18:58 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
e visto che ci siamo, quasi, ormai...

la top five musicale dell'anno:
"carte da decifrare", ivano fossati
"come una nube", la crus
"gioco d'azzardo", paolo conte
"se ti tagliassero a pezzetti", fabrizio de andré
"irata", csi

Auro - 01:10 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
queste righe sono il profumo che spesso mi coglie

Tra i sussurri l’indolente ebbrezza di ascendere e cadere qui tra la vita e il sonno, la luce e il buio dove forze oscure da sempre si scatenano
Felici i giorni in cui il fato ti riempie di lacrime ed arcobaleni della lussuria che tenta i papaveri con turbinii e voglie.

(Tra sesso e castità, Franco Battiato)

Auro - 01:05 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
28.12.04
 
due sgarruppate allo sbaraglio

serata con s.: scambio di regali, di notizie, di acidume e di amicizia.
mi rilassa chiacchierare con lei, che ha un punto di vista spesso diverso dal mio ma che comprendo. e il locale non era manco tanto male...
e il fatto che siamo (ancora) amiche nonostante tutto mi fa stare bene e pensare che c'è un mondo diverso da qualche parte, dove il mio ideale di relazioni umane esiste. sapendo che almeno da parte mia quell'argomento non verrà mai più toccato.

Auro - 23:15 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
venite a me pargoli

come farisee facciamo proseliti.
Wittgenstein

Auro - 22:36 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
non si può tornare indietro

oggi ho incontrato uno sguardo che non vedevo e godevo da anni.
e quel godere mi ha preoccupato. ma mi ha fatto anche sorridere perché non ho avuto problemi a dirglielo. e lui ha sorriso e ha accennato, attorcigliandosi i capelli, un accordo di chitarra.
perdonami, sono una spugna e vivo delle esperienze altrui. soprattutto di quelle che mi spaventano. non è questione di amicizia o non amicizia. è questione di rispetto per i miei limiti. e so di poter contare su di te.

Auro - 19:08 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
gli ultimi sei mesi

sto leggendo un tomo che sicuramente (o meglio probabilmente) non finirò in tempo per capodanno, quindi ecco la top ten del secondo semestre 2004:
Il deserto dei Tartari, D Buzzati
L'affaire Moro, L Sciascia
La chimera, S Vassalli
Le correzioni, J Franzen
Parti in fretta e non tornare, F Vargas
Pinelli, C Cederna
Porci con le ali, Rocco & Antonia
Sostiene Pereira, A Tabucchi
Senza tregua, G Pesce
Un destino ridicolo, DeAndré & Gennari

Auro - 18:51 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ letture ]
 
insegnamenti del natale sabaudo

a torino la notte di natale ho capito che:
- io li adoro tutti quanti
- se nevica a torino non è detto che nevichi anche a milano
- iniziare a vedere i film di moretti potrebbe essere una buona idea
- quello che non ho qui, lo ho comunque a portata di mano
- non sono l'unica a sognare di mollare tutto. ma io a differenza di lui non ho nessuno che qui mi ci trattenga.

Auro - 00:34 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
27.12.04
 
amici e parenti, 2

mia madre mi ha ricordato che in india proprio in quella zona ho 5 fratelli adottivi.
presa dal grande tourbillon della madre a distanza, è entrata nel loop dell'invio degli sms di sostegno: spiegare via telefono a una sessantenne che usa il cellulare come un frullatore (una volta mi sono lamentata perché non l'avevo trovata sul cellulare e mi ha detto: "lo accendo solo quando devo telefonare io, mica quando mi devono telefonare gli altri") come mandare un sms è una delle esperienze più deliranti e isteriche che possano succedere a una figlia di trent'anni che ha scelto di vivere a sei kilometri di distanza mica per capriccio.

Auro - 20:53 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
il 2004 di Auro in 7 punti

- la scoperta della mia famiglia allargata e del mio essere orgogliosamente cazzara
- il consolidamento delle mie convinzioni soprattutto grazie a molte letture e a molto studio
- la scelta consapevole e impagabile di chi coinvolgere nella mia vita e chi no
- la scoperta del mio senso materno
- la chiusura pare vittoriosa di una sfida con me stessa
- non scendere mai a patti, che può anche sembrare veterottusismo ma alla fine ripaga
- aver fottuto tutte le percezioni che il mondo ha di me: sono paziente. anche troppo. anche se non si direbbe.

Auro - 19:51 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
amici e parenti

"andiamo al nord" aveva detto e. sabato scorso, ma io ho chiamato lo stesso.
che un po' il panico mi ha preso.
e. e b. sono in india a lavorare dal giorno di natale. oggi ho chiamato e. che è rimasta a casa e mi ha detto che li ha sentiti ieri.
e ho tirato un sospiro di sollievo.
forse p. parte per andare a prestare soccorso psicologico, come aveva fatto g. per il terremoto.
io la stimo da morire.

Auro - 19:46 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
anche se qui la foto non c'è

è bello assistere alla prima nevicata dell'anno.

Auro - 01:32 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ istantanee ]
 
breaking nius

sms di l. delle 23,47: "il loro dio non ha pietà neanche il giorno di natale".
che poi - intendo - si può essere d'accordo o meno, ma il cinismo proverbiale di l. non fa una grinza.
Repubblica.it

Auro - 01:28 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
25.12.04
 
certezza natalizia

una cosa è certa: il natale sarà buonissimo per tutte le compagnie di telefonia mobile.
accendendo il cellulare stamattina ho trovato 15 nuovi messaggi di auguri.
e io non sono una che riceve molti sms, normalmente.

Auro - 11:16 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
repetita iuvant

come l'anno scorso. stessa sensazione.
I vecchi Tentativi di Fuga

Auro - 11:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
ateo e materialista

una lettura consigliata. a prescindere.
UARR, attraverso Alessio

Auro - 10:54 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
sistemando i feed si scoprono perle di saggezza

sono in tutto e per tutto dalla parte di carlo. mi scoccia solo essere in ritardo nella segnalazione.
BrodoPrimordiale

Auro - 10:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
natale et[n]ico

ho la febbre, ho il raffreddore, ma oggi pomeriggio parto e stasera si festeggia il natale con la mia famiglia, come ci piace chiamarla.

Auro - 10:05 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
23.12.04
 
4 ore e mezzo a bologna - primo pomeriggio

l'eurostar che mi porta a milano non è un eurostar. non è neanche un carro merci. non è neanche un carro bestiame.
è un carro porta mozzarelle di bufala.

Auro - 19:50 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
4 ore e mezzo a bologna - ora di pranzo media

Auro assiste a una scena veramente ridicola.
sotto il cartellone luminoso che indica non fumare un uomo di 40 anni sacramenta contro la figlia di 15 anni che non so bene come ha sbagliato la prenotazione.
la figlia tratta il padre come avrebe fatto Auro a quell'età: il che non gioca molto a suo favore per la sua crescita psicologica.
il padre sta fumando. si avvicinano due poliziotti: "favorisca i documenti". e fanno a lui (e alla moglie che stava fumando) la multa di 2,55 euro a testa.
poco dopo la fanciulla saluterà i genitori e il padre starà fumando: "sul binario si può fumare e non mi rompano i coglioni". dietro di lui stazionano i poliziotti che gli hanno appena fatto la multa: quando il treno è partito stavano ancora discutendo e la figlia era avventosata al finestrino.

Auro - 19:36 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
4 ore e mezzo a bologna - ora di pranzo presto

finita la riunione il mio capo mi molla davanti alla stazione. torno a casa. il treno prima è appena partito... quello su cui ho la prenotazione parte fra un'ora.
il treno che sarebbe appena partito è in ritardo di un'ora e mezza: Auro rabbrividisce, ma una tipa le spiega che no, quello in ritardo arriva da taranto, quello su cui Auro ha la prenotazione arriva da salerno (prego tenere a mente questo particolare).

Auro - 19:05 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
4 ore e mezzo a bologna - mezza mattinata

il silenzio assenso è una brutta bestia.
lavorativamente parlando.

Auro - 19:01 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
4 ore e mezzo a bologna - mattina un po' meno presto

ho preso l'eurostar più sfigato del mondo.

Auro - 18:59 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
4 ore e mezzo a bologna - mattina presto

il telefono ha squillato 7 volte: esattamente il numero di sveglie telefoniche che avevo puntato.
il cellulare che ha una solo sveglia (di cui ho scovato il caricabatterie nottetempo) ha suonato una sola volta.
quello con due ha squillato due volte.
il giornalaio mi ha chiesto cosa ci facevo in giro alle 6 e mezza con la iso che non diceva (ma pensava) "che cazzo mi porti fuori a quest'ora".
dopo dieci minuti stavo andando a prendere la metropolitana e poi un treno.

Auro - 18:56 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
22.12.04
 
questo da me non ve lo aspettereste mai...

sono una fumatrice accanita. ma quando vado in un locale o in un ristorante con qualcuno che non fuma (ma anche con qualcuno che fuma) finora potendo ho sempre scelto la zona non fumatori. prenoto posti in treno su carrozze non fumatori ed eventualmente mi sposto per fumare. se sono con persone che non fumano limito al massimo la mia forma di tabagismo accanito. non auguro a nessuno di incontrare la nicotina sulla sua strada: il fumo fa male, crea dipendenza e - credetemi - non facilita i rapporti sociali.
tutte le volte che c'è un aumento del prezzo delle sigarette dico sempre, domani smetto. e invece non smetto mai. dicono che nel 2007 i prezzi della nicotina in europa dovranno essere unici: nel 1997 in inghilterra un pacchetto di camel andava a 6 sterline. non ricordo più quanto a. abbia pagato un pacchetto da 10 di fortuna blu quest'estate a parigi.
personalmente non ho grossi problemi ad accettare il fatto che ci sia una nuova legge che tuteli i non fumatori, almeno fino a quando questa legge mi permetterà di fumare per strada, sui balconi delle case dei non fumatori e a casa mia.
il fatto che i proprietari di locali pubblici facciano questo ostruzionismo mi fa pensare che non sono i fumatori a non essere tolleranti, ma gli esercenti a volerlo essere fintroppo.
a sto punto diciamo che non si fuma e bona lì. sempre meglio che ascoltare questo: "Io continuerò a fumare [in aula, durante le sedute del Consiglio] e dopodiché chiedo di denunciare lo Stato che mi vende il fumo. Perché se lo Stato vuole curare la salute dei cittadini non fabricasse più sigarette" (Mario De Cristoforo, presidente del Consiglio regionale della Puglia, sul manifesto di oggi).... agghiaccio.
CittadinoLex, Repubblica.it

Auro - 20:01 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ polis bergères ]
 
stato d'innocenza

ieri mi sono scoperta incuriosita da un'omonimia.
sono due mesi che non la vedo e mi manca un po'.
ma forse no, è che faccio finta che mi manchi.
e sono proprio felice della scelta che ho fatto anni fa, della scelta che ho fatto a settembre.
a quando questo cincin?

Auro - 01:00 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
mi sono riasfaltata

dopo due settimane di black out informatico, dopo un giorno di mobilitazione ikea, dopo una confezione di tortellini mangiati crudi, dopo aver visto un po' più televisione del solito, dopo aver leggiucchiato roba qua e là, sono giunta a una considerazione:
chissenefotte.
e tutto questo, soprattutto, dopo aver passato il pomeriggio a chiacchierare con alejandro, simpatico, esuberante e affidabile argentino che in meno di un'ora mi ha montato mobili per un finanziamento di 12 mesi a taeg improponibile: a lui va non solo il mio massimo rispetto, ma pure la mia massima ammirazione.

Auro - 00:03 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
21.12.04
 
pomeriggio

brugole, viti, cacciaviti, autofilettanti, plastica ovunque.
e soprattutto una libreria che non è proprio del colore giusto. ma chissenefrega.

Auro - 22:01 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
20.12.04
 
make it big!

e così tutti adesso sanno che carrie ha scelto big. o che big ha scelto carrie. che non è proprio la stessa cosa.
intendo dire... mettiamo che lui non l'avesse scelta: altre tre serie di tentennamenti e menate varie. e invece si sono scelti e bona lì.
e le cose scorrono e si concludono come nella prima puntata della prima serie: samantha scopa alla grande, carrie fa dondolare i sacchetti dello shopping, miranda è pragmatica ma con un grande cuore, charlotte sogna a cuoricini rosa.
l'unico che è cambiato, forse, è proprio lui, big. che del resto esiste solo in un telefilm. anche perché, lo scopro oggi più di ieri anche a sentire vecchie amicizie - t. dammi retta, gli uomini possono anche andare via e tornare, ma i fantasmi che si nutrono delle loro vite, quelli, quelli non se ne vanno mai. neanche a calci in culo. e - ironia della sorte - a loro - gli ospiti dei parassiti - va bene così.
"la casa è già stata messa in vendita! new york arrivo!"

Auro - 14:02 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
baby, you'll be a woman soon

da ieri la camera è vuota e la sala è stracolma.
stamattina mi sono svegliata prestissimo e sembrava che fossi tornata indietro di due anni e mezzo. attorno a me c'erano solo il letto, il poster appeso, la lampada in mezzo alla stanza. e basta. ho una foto di quel momento e potrei paragonarla perfettamente alla situazione odierna.
poi sono entrata in sala e ho ritrovato questi mesi: vestiti, libri, scrivanie, cassettiere smontate, stand smontati, scatoloni pieni di cose, sedie, pacchi di libri da lasciare nel limbo, libri che mi avevano dato la liberare, piatti, tazze, carta da pacco, brugole e alci in scala 1:1. ma soprattutto kili di peli di cane.
insomma la mia vita.
in bagno ho ritrovato le vecchie scritte sulle piastrelle e sullo specchio, il lavandino che gocciola e le mollette del bucato dentro al vaso blu sul davanzale della finestra. in cucina i piatti ad asciugare, la caffettiera già pronta e i posacenere puliti.
poi sono tornata in camera e ho avuto nuovamente sta stretta al cuore.
durante le vacanze di natale avrò il piacere di rimpolpare i miei ambienti di vita, equilibrarli e riscoprirli.

Auro - 13:59 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
16.12.04
 
e vissero tutti felici e contenti (about tv series)

allie mc beal non sempre è un bel telefilm.
parola di sorelle.
nb. chi domenica vuole vedere la fine di s&tc e non sa ancora come finisce (una persona su un milione, immagino, non sa come finisce...) non compri la repubblica di oggi, c'è uno scandaloso spoiler lungo 50 righe.

Auro - 17:54 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
che te lo dico a fà? - pillole di vita by Auro

se senti una persona solo una volta all'anno e solitamente ti rompi i coglioni a sentirla perché ti chiama solo per farti gli auguri di natale e a te non te ne può sbattere di meno, ecco non rispondere quando si avvicina natale e ti richiama per farti gli auguri di natale e a te non te ne può sbattere di meno.
oltre a ricordarti che è natale (e a te non te ne può sbattere di meno) la persona in questione non è tenuta a sapere che le cose sono cambiate e magari pretenderebbe pure spiegazioni.
che tu non le darai.
"scusa mi stanno aspettando in riunione... sì, ciao, grazie... auguri anche a te, sissì ci mancherebbe, che nostro signore ci ispiri e ci vegli" (giuro l'ho detto, ma poi ho sacramentato)

Auro - 17:50 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ musica ]
 
potere alla parola

aver deciso che si stanno leggendo troppi libri e quindi di darsi alla lettura seria e costante dei giornali ha un che di romantico.
compro ogni giorno la repubblica e un quotidiano che scelgo di giorno in giorno, se non trovo qualcosa d'altro che mi ispiri è il manifesto la mia scelta principale: il mio edicolante ormai mi tiene via la copia personale e, se non ho moneta, "segna".
in metropolitana acquisisci competenze di prestidigitazione di tutto rispetto e sai che ancora così per qualche mese e l'anno prossimo ti aggiudichi il torneo mondiale degli origami.
non dico che ti fai una cultura, ma ecco sì... ricevi spunti intelligenti (o scemi) che ti portano ad approfondire cose.
scopri un giorno di più che il mondo non ti gira intorno, ma ti attraversa. e scopri che essere egocentrici è un bel gioco che può anche durare una vita, ma che non è quello che ti interessa.
avere un punto di vista proprio è la caratteristica che dà molte soddisfazioni e stimoli.
puoi anche scoprire che per anni ha pensato uan cosa che invece potrebbe essere diversa.
leggere il libro del momento al rientro e prima di dormire diventa più succoso, meno abitudinario, più soddisfacente, meno modaiolo, definitivamente più intelligente.
unico lato negativo: dopo aver archiviato settimanalmente la rassegna stampa personalizzata, la carta da riciclare rimane comunque un sacco e si accumula.
inesorabilmente.

Auro - 14:12 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ letture ]
15.12.04
 
spunti di riflessione

- le macchine ogni tanto si fermano
- i pc pure
- il servosterzo è una figata
- talvolta si può decidere di restare un po' di più in ufficio perché si sono fatti in un giorno duecento chilometri, nello stesso giorno 4 ore di fila in tangenzialee un'ora di blocco della metropolitana e porca puttana non si ha voglia di tornare in metropolitana un'altra volta e fa troppo freddo per tornare a casa a piedi
- se una serata salta e gira storta, puoi fare due cose: guardare la peggiore puntata di ballarò della stagione oppure sistemare gli scatoloni dei ricordi per iniziare a buttare via cosa che risalgono a 10 anni fa. io ho fatto entrambe le cose e mi sono per giunta divertita.
- dopo ballarò una ottima serata sui movimenti di lotta sinistrorsi degli anni 70: interessante. mi chiedo talvolta perché alcune cose non siano rese obbligatorie alle scuole medie e superiori. e non sto dicendo una cosa di parte che c'era mieli a commentare e non si può dire che sia estremista.
- io e mia madre abbiamo deciso a chi fare le donazioni per questo natale, tutta la famiglia allargata partecipa alla riffa e 3 enti saranno riconoscenti. in compenso ieri ho speso 120 euro al mercatino di emergency (acquistando per 50 euro) per i regali di natale che "piacciono alla gente che piace" e quindi uno dei tre enti mi faccia doppio inchino, grazie.
- per il signor squonk. no, mi spiace non ce l'ho fatta. lo so che sono una cafona, ma proprio non ce l'ho fatta.
- stasera c'è la serata per pinelli (ciao omar) e oggi si è laureata k. (hurrà!)
ok, vado a casa... devo sventrare ancora un po' di scatoloni e mettere via altri vestiti e libri... see you.

Auro - 18:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
13.12.04
 
sperem

e uno.
e due.
Repubblica.it

Auro - 22:37 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ polis bergères ]
 
post sconclusionato sulla guerriglia urbana

sabato al mercato ho avuto qualche conferma.
in particolare il fatto che dopo almeno tre anni in cui nessuno dice un cazzo, a un certo punto si svegliano e cacciano gli abusivi (che a me non sono mai stati simpatici).
dopo un'ora però loro ritornano e si scopre che ci possono stare, anche abusivamente.
ma stranamente loro sono solo quelli che hanno il viso pallido, un lavoro settimanale e che sono stati i più lesti a muovere il culo.
e che non sono stati arrestati. e che - a ragion veduta - però sono anche quelli che non hanno lanciato nessuna cassetta della frutta, mentre venivano minacciati.

Auro - 22:12 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
sono stata via per "a while"

e diciamocelo, senza internet si sta un gran bene.
anche se l'ania di riavere un pc connesso è una gran brutta bestia e attanaglia, ma tutto sommato mi sono ricordata di avere un sacco di cose da fare, una cana da coccolare di più e una casa che sta cambiando forma. e io dovrò pur fare qualcosa per agevolarle la mutazione.
(mi sono venuti in mente post a mazzi, ma non me li ricordo tutti... provvederò, ma con calma...)

Auro - 21:42 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
a mente libera e fredda. con un po' di malinconia.

i ricciarelli, la pasta coi porri, e quella al limone, il kebab più buono che abbia mai mangiato, piazza del campo quando fa freddo, san miniato, il michelangelo che ha il culo più bello del perseo (collo taurino, culo bovino), l'allucchettare, la lingua retroflessa di c., il sacco-a-pelo di t., "prendiamo il pullman delle 11 e 40... no, quello delle 12 e 10... siamo sul pullman delle 12 e 40", finire in una libreria e chiedere pietà perché si vorrebbe comprare tutto. la mansarda nascosta di n., il sorriso di v., la vacanza lampo di a. e un riso allo zafferano con l'onda quasi improvvisato.
comprare il giornale e non leggerlo, comprare il giornale e divorarlo.
piove, madonna se piove, cristo se piove, piove ancora, ma cazzo che palle, ma quando smette, ma smette?, indovina che tempo fa? piove.
gli algoritmi dell'ataf, i piedotti che mi hanno fatto sentire la mancanza di c., la quantità sropositata di libri di n. la maggior parte dei quali li vorrei anche io (li altri li ho).
entrare a palazzo comunale e scoprire che c'è una mostra fotografica che alla luce (dove sta la luce?) deve proprio essere bella. scoprirci tutti artisti ironizzati.
la focaccia che chiamano schiacciata, la cioccolata di revoire.
palazzo silviazza.
avere voglia di sdraiarsi a dormire davanti a palazzo pitti, in piazza del campo, sulle scale del duomo, in piazza michelangiolo. seguire con lo sguardo il corridoio vasariano.
piazza della [c]alza. la discesa e la faccia che devo aver fatto al guardiano dei boboli a pagamento.
san frediano che è tipo brera, san niccolò che è tipo i navigli. santa croce, che è tipo niente. il mercatino con il ragazzo gnocco dai biscotti sabbiati. i vicoli e gli scorci. scoprire che la macchina fotografica ha delle funzioni che in due anni non avevi mai notato.
un concerto di arpa e violino che c'è ma non c'è. f. che non riesce a raggiungerci. e i cimiteri, i negozi, le feste della luna redivive, le sigarette, i caffé senza zucchero.
attirare l'attenzione dei camerieri in modi sempre diversi. rischiare di morire e sedare la voglia di distruggere un taxi perché "sono una signora..."
chiedere al bancomat il saldo e decidere che no, stavolta non si va da zara.
ma soprattutto, più di tutto, per sempre e come sempre, la biblioteca nazionale.

Auro - 21:27 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ a forza di essere vento ]
09.12.04
 
petits mots pour moi

sono qui, come una scema che ascolto il clac clac di goliath e in sottofondo ho la cassetta della vacanza in salento.
stavo per fare una cazzata stasera, poi ci ho ripensato.
e sono veramente una stupida, perché fra poco mi emoziono sul serio.

Auro - 23:38 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
 
goliath è risorto

con la sola imposizione delle mani sulla cana da parte di quello che è a tutti gli effetti il mio secondo dio, dopo maroffo.
grazie mille.

Auro - 23:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
08.12.04
 
Auro al servizio dei blogger

finalmente è arrivato l'ultimo numero di RollingStone. insomma il miniabbonamento da tre mesi gentilmente offertomi da MammaFeltrinelli è terminato.
adesso però abbiamo un meraviglioso coupon che dice che mi offrono l'abbonamento standard 12 numeri a € 13,92 invece di € 34,80, con uno sconto del 60%.
ora, fermo restando che i numeri arriveranno a casa Auro, se qualche blogger vuole approfittarne, scriva pure.
sulle modalità di consegna copia di rivista inutile e becera ci si accorda.

Auro - 21:56 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
momento della svolta, evento 1

da oggi sono una donna quasi seria: ho il ferro da stiro.
ora, non che mi servisse. una non arriva a 31 anni senza mai aver comprato il ferro da stiro per caso: è stata una scelta di vita.
ma diciamo che in estate ogni tanto farebbe bene dare una passata ai pantaloni di finto lino o ai vestitini di seta. così mia madre con qualche mese di ritardo ha pensato bene di dotarmi di ferro da stiro: "provalo, che se non va bene lo facciamo cambiare". l'ho provato e mi sono già rotta i coglioni. adesso si raffredda per bene e poi finisce nella scatola.
vedremo ad aprile se sarà il caso di recuperarlo dall'antro delle meraviglie (copirait SoreB.); ho la sensazione viva e forte che me ne dimenticherò l'esistenza.
e vivrò lo stesso, coi pantaloni spiegazzati e i vestitini effetto stropiccio. del resto, chissenefrega mica mi si vorrà perfetta, no?

Auro - 21:47 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
non servono invece 5 giorni di vacanza

per far finta di non sapere che il mondo è pieno di cafoni, psicotici e persone che avrebbero bisogno di un calcio in culo (anche se in 5 giorni si raccolgono dati che danno ancor più valore statistco alle precedenti asserzioni).

Auro - 16:26 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
Auro, i' vorrei che tu e Lapo ed io

cinque giorni servono a capire che il proprio mondo potrebbe anche svoltare nel momento in cui ci si decidesse ad applicare una strategia nei confronti dei Lapi.
e si capisce che ci sono Lapi, ma anche Lapini (e che alcuni li si ha avuti a portata di mano). esistono anche i lupini, ma quelli sono di competenza di Verga.
e in ogni caso si sappia io per un Micheletti che sia un minimo sano di mente darei via Lapi a mazzi, che si sa... Lapo uguale a "pigna nel culo".
anche se si deve arrivare da trieste per saper trovare il termine giusto.

Auro - 16:17 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
piccola rassegna stampa

è morta la mamma di peppino impastato. notevole il titolo del manifesto: i centouno passi. se qualcuno non ha ancora visto l'extra del dvd... mannaggia.
piero colparico ha vinto il premio scerbanenco, come da più parti sperato.
spesso le vignette di bucchi (la finestra sul cortile) che appaiono su repubblica valgono l'intero prezzo de quotidiano.
che ci volete fare, viaggio in treno e ne approfitto per leggere...

Auro - 16:08 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
03.12.04
 
"ma sa, signora... abbiamo molto da fare..."

quest'anno sarà di domenica.

Auro - 20:38 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ polis bergères ]
 
mauro pagani

un'emozione che ho dovuto troncare troppo presto per impegni già presi. immancabile giro fra gli scaffali prima di andare via. forse è un'eresia dire che in ogni libreria sento aria di casa. ma quando c'è musica sembra mancare solo la iso.
già la musica... stasera speravo in più musica, ma tutte quelle parole che usmavano di fabrizio sono state poi decisamente troppo poche.
sono una donna irrequieta, con gli occhi pesanti.
sono una donna in partenza.
e ho capito qual è la musica che voglio portare via con me.

Auro - 20:21 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ musica ]
 
tricologia

io generalmente mi scompiglio i capelli, aizzo il porcospino e appena posso dormo coi capelli bagnati.
l'ho sempre fatto e lo faccio ancora con più gusto da quando - guardando molte amiche, colleghe e conoscenti con la messa in piega appena fatta - ho dedotto che per i parrucchieri non è obbligatorio volere il bene delle loro clienti.
(10.17 03/12/2004)

Auro - 20:12 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
inascoltabile

la versione acustica di mazinga fa veramente cagare.
(9.43 03/12/2004)

Auro - 20:09 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ musica ]
02.12.04
 
parole, libri, discorsi già fatti

stasera c'era un sassofono, c'era un'amica incontrata per caso.
c'erano le parole di uno dei miei scrittori preferiti.
c'era la tranquillità di quello che volevo fare a confronto con tutto quello che è successo oggi, da tutto quello che è successo da una settimana a questa parte.
sfogliando le pagine del libro lì in Feltrinelli mi sono imbattuta in questo:
Ma al suo piccolo appartamento pieno di libri, con i mobili su misura, niente di costoso e di firmato, Francesco Bagni non voleva rinunciare. Come non voleva rinunciare. Come non voleva rinunciare alla sua vita cazzara di poliziotto quarantenne scapolo. In cambio di cosa, poi? Che cosa c'era sull'altro piatto della bilancia?
ed è quello che dicevo l'altroieri sotto la pioggia in una pausa sigaretta a e. e a a. sono sicuramente altre parole e altri gesti, ma il dubbio vero è vero e lecito: cosa c'è sull'altro piatto della bilancia?

Auro - 23:06 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ letture ]
01.12.04
 
una candelina

un anno fa c'era lo sciopero dei mezzi e mi investivano in bici. un anno fa pioveva.
oggi pioveva, c'era sciopero dei mezzi: per evitare la sfiga sono andata comunque in ufficio in metropolitana.
sono arrivata a sera con il sorriso, giuro. nonostante quello che mi sta succedendo attorno, nonostante la mia assoluta incoscienza. e il mio non "volerci pensare", aspettiamo di tornare dalla vacanza. e il mio assoluto diniego a tutto e a tutti.
ma lo stomaco stasera era un macigno in mezzo alla pancia. e non so bene se sia per il conto pochi pro seppur splendidi, moltissimi contro di quest'anno che prima o poi dovrà essermi saldato o se per l'ansia che mi coglie la mattina quando entro in ufficio. e dopo questo pomeriggio ancora di più.
ma tanto io adesso parto, chemmeffrega.
And I wish on all the rainbows that I see
I wish on all the people who really dream
And I'm wishing on tomorrow, praying it'll come
And I'm wishing on all the lovin' we've ever done

(wishing on a star, paul weller)

Auro - 23:54 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ intimismo ]
 
constatazione costruttiva

tutti a questo mondo dovrebbero avere le orecchie di shrek... poi la questione sta nel come si portano in giro...

Auro - 22:23 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
le parole che non ho trovato

io lo adoro perché è esattamente quello che cercavo di dire, ma non trovavo le parole.
IlSentieroGiusto

Auro - 18:59 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]