<< Dicembre 2004 - Tentativi Di Fuga - Febbraio 2005>>
31.01.05
 
la claque ci sarà

domani sera c'è uno spettacolo che c'azzecca con il kola, con la mala e con milano.
maggiori info qui.
imperdibile.
TeatroBlu

Auro - 19:52 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ elsinor ]
 
i referrer di gennaio

tra quelli più significativi:
calendari porno, fotografie porno, porno, culo donna, porca, cazzi giovani, cazzo, cd porno, donna matura porno, donna porno uomo, fermoposta porno, fotografie porno, immagini calendari porno, porno amanti, tutto porno, solo calendari porno.
giusto per amor della realtà in questo blog la parola "porno" è stata scritta due volte in 2 e passa anni.
ah! sì c'è anche: fotografie aurora. anche queste porno?

Auro - 19:44 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
si respira un'aria diversa

la iso dorme da tre ore sulla poltrona. è stravolta.
il weekend le ha fatto bene, si è stancata, ha mangiato i biscotti e ha corso come una matta, senza guinzaglio. ha annusato odori che in città non riesce a trovare. ha visto posti che in città non esistono.
io adesso vado a dormire e come lei mi cappotterò sotto il peso del vento di ieri e del sole di oggi.
questa casa è piena di stanchezza e di consapevolezza.

Auro - 00:45 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
30.01.05
 
alexander

è una boiata pazzesca. poi a un certo punto ti viene pure il dubbio che abbia un senso, il dubbio ti viene e poi ti dici, sì, ok. potrebbe avere un senso, il problema è che bisognerebbe stare attenti al film per scoprirlo... che ha un senso.
e il film scoraggia, ma scoraggia proprio.
e quindi meglio pensare che oliver stone si è bevuto il cervello.

Auro - 23:44 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ immagini in movimento ]
28.01.05
 
quest'anno vado prima al mare...

a lunedì.

Auro - 18:19 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ a forza di essere vento ]
27.01.05
 
dilemma

una delle sensazioni più assurde del mondo è andare a ritirare una trentina di foto che hai fatto negli ultimi anni e poi decidere fra quella quantità di istanti quali mettere in cornice e quali no.
non sto scherzando: deve essere la prima volta in vita mia che mi trovo davanti a una scelta del genere.

Auro - 22:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ istantanee ]
 
ricorsi storici di vecchi scippi

quando oggi a passeggio con r. ho visto il cartellone che presentava il nuovo spettacolo di deidda su pessoa, ecco io ho pensato a me e lui. e ai cd che quella sera aveva portato lui.
ma soprattutto a lui.
12 febbraio al crt teatro dell'arte. io ve lo dico, eh... poi chi c'è c'è.
MarianoDeidda, TentativiDiFugaSuClarence, SquonkSuSplinder, Wittgenstein, IlSommo-Lui-L'Unico, TeatroCRT

Auro - 21:55 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
26.01.05
 
la visione della vita da vicino

(la citazione del titolo è chiara. mi pare... ma il post vuole essere serio. giuro!)
oggi ho pensato che ho passato molto tempo a guardare dei pezzi di puzzle senza sapere quale disegno componessero.
adesso so quale sia l'immagine che possono creare.
il problema è mettere insieme i pezzi. ma dov'è il divertimento, se no?

Auro - 20:23 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
la droga continua...

il problema non è andare a fare shopping con loro.
i danni li faccio anche da sola.
quando oggi ho scoperto che H&M da marzo raddoppia, aprendo un altro negozio a meno di 500 metri dal mio attuale tempio della droga, ho chiesto informazioni sull'esistenza di un gruppo di auto aiuto di scioppingatori anonimi.

Auro - 20:13 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
bestiario umano

oggi lo s. mi ha fatto uscire dai gangheri. ma forse ho trovato il modo per svegliarlo.
oggi ho detto a p. e a c. che io mandavo in produzione il progetto, ma che loro ci dovevano mettere le santissime manine sul fuoco che il lavoro fosse stato fatto come dio comanda, che se c'è un'altra volta un minimo cazzo di errore gliele tronco le loro santissime manine.
oggi mi hanno dato la funesta notizia: visita ispettiva. se emigro in perù sappiate che un motivo c'è.
(update: i congiuntivi ogni tanto sono anche per me un mistero...)

Auro - 20:05 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
25.01.05
 
"ma avrà 26 anni!"

se una persona che ho appena conosciuto vuole conquistare la mia stima perenne dovrebbe parlare di me così. non succede spesso, ma ieri sera mi ha fatto piacere. soprattutto tenendo conto che quando avevo 26 anni (ma anche 24) me ne davano 29.
in compenso non per la prima volta mi sono attribuita da sola 32 anni, anticipando il mesto evento di qualche (tanti) mese.
non ho capito perché sono entrata in questo meccanismo, ma funziona così.
oggi comunque ho fatto un primo passo: mi sono tolta il caschetto che se fosse stato biondo avrebbe fatto tanto caterina caselli, e ho riportato in auge il porcospino.
per tornare in pace coi miei 31 anni, ho in programma la tinta. purtroppo non so cosa fare per combattere la strana sensazione che mi coglie quando inavvertitamente mi trovo davanti a uno specchio: la somiglianza con mia sorella è sempre più evidente. occhi azzurri (suoi) a parte, intendo.

Auro - 19:17 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
rutilante

ogni tanto mi chiedo cosa mi fa fare quello che faccio.
poi smetto di chiedermelo.
che sono solo menate mentali.

Auro - 19:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
me l'hanno dedicata

I want a man to stick it out and make a home from a rented house and we'll collect the moment one by one
I guess that's how the future's done
how many acres how much light tucked in the wood and out of sight
talk to the neighbours and tip my cap on a little road barely on the map

e io ricambio il sorriso.
CimeTempestose

Auro - 19:08 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
23.01.05
 
pedalare a milano in una notte di gennaio

era troppo che non usavo la bici.
quando l'ho spostata dal davanzale per andare all'appuntamento con m. mi sono accorta che aveva la ruote sgonfie. "dove ho ficcato la pompa?" non lo sapevo e non lo so neanche adesso.
sono uscita lo stesso, maglietta a maniche lunghe, maglietta a maniche corte, jeans, calze pesanti, scarpe da ginnastica, giacca a vento leggera, chiudicollo, sciarpone, guanti e cappello da drago.
a milano fa fresco, ma si pedala bene. veloce, 4 minuti fino a piazzale lotto.
il cuore impazza, i battiti accelerano e arrivo all'appuntamento trafelata.
devo usare più spesso la bici, devo imparare che non devo - almeno quando pedalo con m. - cercare di compensare la velocità e il ritmo (più rapido in confronto al mio sgambettare con le mie corte leve) del suo camminare.
devo godermi di più milano di notte con il freddo e l'aria che ti si taglia contro e che tu aggredisci.
e, infine, devo trovare quella dannata pompa per gonfiare le ruote.

Auro - 01:25 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ dueruote ]
 
tabagista atipica

la legge sirchia mi piace un casino. mi piace entrare in un locale e uscirne senza la puzza di fumo addosso.
eppure fumo, meno di prima, ma fumo. ma da quando è entrata in vigore la legge non mi è mai capitato di uscire da un locale apposta per fumare.
che mi stia ravvedendo sul serio?

Auro - 01:15 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
ali

sono andata a sentire bollani che suonava con l'orchestra di milano la rapsodia in blu di gershwin.
il primo violino dell'orchestra è una donna, molto magra, forse fintroppo. ma anche molto muscolosa.
mentirei se non dicessi che mi ha colpito moltssimo il movimento del suo braccio mentre muoveva l'archetto. sembrava stesse imitando il movimento di un'ala di uccello. e io ne sono rimasta estasiata.
(le altre violiniste erano un po' più cicciotte e l'effetto era meno evidente, ma credo che valga in generale un po' per tutti i violinisti e forse anche per i musicisti di viola. ma lei con il vestito sbracciato e quella fragilità mi ha veramente colpito)

Auro - 01:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
21.01.05
 
senza impegno, ma con molta volontà

mi piace l'idea di aver dedicato molto del mio affetto a una persona che sa chiedere scusa anche quando non le è stato chiesto.
ripaga di tutte quelle volte che non ti hanno chiesto scusa.
(grazie tato moderato, anche se non so dirtelo)

Auro - 18:29 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
storture drogate

- vieni con noi?
[la mia vocina interna diceva: dì-di-no-dì-di-no-dì-di-no-dì-di-no-dì-di-no...]
- sì certo.
e così sono finita nel bailamme di uno sciopping a doppia velocità di due colleghe.
imperdibile.

Auro - 17:59 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
20.01.05
 
io ho sbagliato tutto nella vita

me lo dico spesso, ma dopo aver scoperto che sti nomi deliranti e assolutamente beceri vengono inventati e cogitati da persone pagate per farlo, ecco sì... l'ennesima riprova: io ho sbagliato tutto nella vita.
io una cosa con quel nome non la voto manco se mi appare la madonna e me lo impone. anzi, manco la madonna sponsorizzerebbe una schifezza del genere.
Repubblica.it

Auro - 23:33 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ polis bergères ]
 
ad personam

io di lui mi fido ciecamente. e dovresti farlo anche tu. questo è il mio: Eminem ha ricevuto di recente un tributo dai raeliani, gli adoratori degli ufo che predicano la nonviolenza. Hanno concesso alla stella dell'hip-hop il titolo di "sacerdote onorario" per il suo video contro la guerra, Mosh. Si sarà sentito onorato? Ne dubito, anche se lui e la sua cricca non hanno commentato la cosa. Immagino che presto anche tu riceverai un "premio" senza senso o un riconoscimento non richiesto del tuo buon lavoro, Vergine. Non prendertela. Non lasciar tornare la tua vecchia paura di non ricevere mai la comprensione e l'apprezzamento che meriti. Invece, fidati di quanto sto per preannunciarti: potrebbe volerci un po', ma alla fine riceverai un compenso veramente gratificante per i tuoi recenti progressi.
Internazionale.it

Auro - 19:16 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ brezsny docet ]
 
trasloco

per l'ennesima volta cambiamo i feed... i nuovi feed sono qui (rdf) e qui (xml).

Auro - 00:00 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
19.01.05
 
devo essere insensibile

mi sono abituata subito a dividere il letto solo con me stessa, a farci lunghi e faticosi viaggi. ho sfruttato tutta la piazza e mezzo di quella meraviglia che è il mio soppalco ikea. d'estate mi ci sono ribaltata spesso e volentieri cercando aria; d'inverno mi ci sono accoccolata dentro usando un copripiumino da una piazza e mezza per un piumino da due piazze in modo da avere più caldo concentrato. ho dormito con i miei 4 cuscini, lasciando fra le lenzuola libri, vestiti, walkman, cucchiaini della camomilla. penne, fermagli, batuffoli di cotone, talvolta anche la boccette degli smalti. i telefoni, i fazzoletti sporchi di raffreddore.
chi ha frequentato il mio letto, amiche escluse, o ci è restato troppo poco o veniva confinato dal mio istinto territoriale contro il muro con il faretto a fargli da piercing alla gengiva.
dicono tutti "il letto è troppo grande senza te"... però scusami, ma io questa mancanza in questo senso non l'ho proprio sentita. presto inizieremo a viaggiare nel mio letto insieme, sbattendoci le mani in faccia, i piedi nelle costole, prendendo a craniate i montanti del letto, svegliandoci nel cuore della notte per fare l'amore e poi prometterci un'altra mezz'ora di nanna.
però d'estate si dorme da te, che fa più fresco.
LyricsFreak

Auro - 20:25 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
suk

- sedia dimensioni maxi (tipo poltrona) dell'ikea tenuta benissimo, ma un po' ingombrante. solo per spiriti eletti con case di grandi dimensioni. se ve la venite a prendere e mi offrite un caffé, 0 euro.
- stand con ruote ikea serie lokka con ripiano scarpiera, tenuto anche esso benissimo. per gli amanti del genere ho anche i ganci da cappelliera. già smontato. se ve lo venite a prendere e mi offrite un caffé, 10 euro, ma trattabili.
- armadio da sgabuzzino (o da bagno) tre ante (profondo 30 centimetri, alto 180 - mi pare, lunghezza, intorno al metro e venti), bianco. perfetto. se ve lo venite a prendere e ve lo smontate, 25 euro. e vi offro un caffé.

Auro - 20:20 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
trascendo ogni mio controllo

credo che sarà la mia risposta preferita alle domande che verranno. così ognuno potrà crearsi le sua versione e magari fra qualche tempo confrontarle con quella degli altri. magari potremmo istituire un premio per la versione più esilarante, quella più acida, quella più verosimile, quella più pessimista.
ci saranno persone con cui vorrò invece parlarne di più e - se possibile - spiegare.
ci saranno dubbi, facce perplesse, punti di domanda, forse qualcuno mi insulterà, forse mi daranno già per spacciata. se pensate che non abbia già preso in considerazione tutto questo... beh, non so che dirvi. forse avete ragione. forse.

Auro - 20:19 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
essere orrido

samantha esiste sul serio. ma questo non mi stupisce.
mi stupisce un po' di più il fatto che talvolta io possa essere scambiata per carrie.
goash, alla luce di tutti gli ultimi eventi, io sono decisamente miranda!

Auro - 20:18 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
18.01.05
 
meteoropatica

quindi nevica.
che a milano la neve diventa merda dopo 10 minuti.
che mi dicono che si viaggia a passo d'uomo.
che la cana non vuole uscire quando nevica che le si ghiacciano le zampette.
che io dico... ma allora piuttosto una baita, un camino e magari una cioccolata calda, ma perché cazzo deve nevicare anche in città, dico io.

Auro - 20:41 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
self service politico

dialogo a pranzo fra le vicina di tavolo:
lei A (sui 40 anni, vestita in modo molto classico, collana di perle, gemelli di cachemire e le mani stracolme di oro): il referendum sugli embrioni è uno scandalo.
lei B (sui 30 anni, vestita anch'essa in modo molto classico, pettinatura anni ottanta e scarpe - gliele ho guardate quando si è alzata - scamosciatine a punta con fiocchetto): sì, sono d'accordo.
lei A: già, dopo la fecondazione c'è già vita.
lei B: io proprio non capisco...
lui (evidentemente non le conosceva: un tipo sui 40 anni, vestito in giacca e cravatta, che leggeva repubblica mentre mangiava) intromettendosi: signora, chissà cosa ne pensava la gallina che ha fatto l'uovo che si sta mangiando.

Auro - 20:10 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
i miei capelli sono anarchici

se non li taglio per più di due mesi, il porcospino si trasforma in un puff anni '70 o nei comodissimi doposci da neve che indossano le tipe che fanno i calendari porno, doposci e costume da bagno a aspen.
li lavo e si issano sul mordace simulacro di un ciuffo di ananas.
li pettino e non c'è proprio storia non dico di tenerli a posto in piega, ma manco di evitare l'effetto scossa elettrica.
che poi è la misura, intendo, che se pazientassi ancora un mese o due inizierebbero ad asomigliare a spinaci cotti male al vapore. con anche striature di muffa e licheni. per poi (fra 4 o 5 mesi) allungarsi sulle spalle e poi sulla schiena. e raggiungere in breve tempo lunghezze considerevoli che si avvicinano a quella che repentinamente ho eliminato dalla mia testa ormai un anno e mezzo fa.
ma io non li voglio i capelli lunghi.
io li voglio corti, voglio il mio porcospino da aizzare con un po' di gel, voglio il ciuffo lungo davanti da modellare con la cera, voglio che il groviglio che crea la rosa dei capelli sia esuberante e sincero.
voglio arruffarmi i capelli, li voglio spettinati, me li voglio spettinare e farmeli spettinare. ho imparato a grattarmi la testa senza farmi male con le unghie lunghe.
tutto questo per dire che sì, fra le varie cose delle prossime settimane ho programmato anche un salto dal parucchiere.

Auro - 19:52 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
iliade - cronache di una guerra

bello, eccezionale, toccante, tremore, nervi tesi.
la voglia di rileggere l'iliade.
le mani, la testa.
lui è molto in gamba e anche un po' gnocco. con lui ci sono un chitarrista molto in gamba con una voce che non si bene dove trovi e da dove arrivi, un percussionista che sorride sempre e un tipo ai fiati che conosce fiati mai visti.
e mi sa che faranno fatica a passare i brividi durante l'addio di andromaca. che non so neanche spiegare.
(grazie)
TeatriPossibili

Auro - 01:01 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ istantanee ]
17.01.05
 
servizio clienti

all'auditorium di milano è possibile prenotare un posto (tramite APT) solo di domenica mattina.
poi, in settimana, ricontattare l'APT, l'auditorium stesso o la Banca Ponti (che anch'essa si occupa della gestione delle prenotazioni) per modificare la prenotazione è quasi più difficile che contattare una singola persona con un minimo di responsabilità nel call center della Wind.
erano anni che non urlavo al telefono come oggi. se ne sono accorti anche i miei colleghi.

Auro - 19:23 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
povere mozzarelle di bufala

si prevede la scomparsa completa di tutta la produzione di mozzarelle di bufala e di orecchiette con le cima di rapa.
in quel posto indegno che è la puglia, non solo vince un rifondaiolo, ma è pure - per dirla come la direbbe il buon buttiglione - culattone.
secondo il silvio nazionale saranno certe morte e carestia nel placido salento e parafrasando il buon bill bryson, "la puglia sarà un paese bruciato dal sole" (dell'avvenire).
Repubblica, ArciGay, TeaLibri

Auro - 18:55 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ polis bergères ]
 
primo appuntamento

succede anche questo nella vita. succede che ci sia il primo appuntamento.
che la cameriera di un locale vi chieda cosa volete bere nel momento meno adatto.
che mentre vi salutate arrivi una disperata che voglia sapere da che parte andare per prendere la metropolitana per la stazione centrale.
che succeda una cosa molto strana, tipo travestirsi da segretaria di almodovar in cappucetto rosso staila.
che ci si trovi d'accordo sul fatto di essere matti, ma che comunque chissenefrega perche' è il vostro primo appuntamento.

Auro - 00:17 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ intimismo ]
 
domenica di sciopping

entrare in una gonna taglia 36 di h&m fa fare un grande balzo avanti alla propria autostima.

Auro - 00:07 - Scrivi/Leggi Commenti (4) [ parole ]
16.01.05
 
marmellata

oggi vado a vedere questa mostra. è l'ultimo giorno e speriamo di riuscire a vedere qualcosa che mi piaccia.
e così rispondo a quello che scrive pisa: io amo le fotografie, amo guardarle e restare lì, impietrita e curiosa, cercare i dettagli, pensare a cosa avrei guardato io. e così sono affascinata da immagini e da prospettive, da cose reali (che forse mancano nella pittura e quindi me la fa sentire più lontana), da facce, sangue, piedi, mani, città, verde e cielo.
e non sono tanto attratta da chi le ha scattate, ma da quello che vedo, perché mi fa sentire come se fossi stata lì.
trovo le fotografie scioccanti, profonde, comunicative più di mille parole.

Auro - 13:40 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ istantanee ]
 
dinner in a "camel trophy" staila

giovedì avrò amici a cena. la cosa mi fa un piacere dell'anima. e mi mette molto in ansia: la casa è inguardabile.
prima di natale avevo detto: "metto a posto gli armadi nuovi, la libreria nuova... e così sarà tutto perfetto...". perfetto, un cazzo.
stamattina ho finalmente impilato negli scaffali le scatole con le cose estive, ho finalmente spostato il quadro che ormai era coperto dall'armadio e che invece è lì per essere libero e per comunicare libertà, ho ammucchiato tutti i giornali nella cesta e ho scoperto che me ne serve almeno un'altra... perchè finché non avrò voglia di farli passare, i giornali, continuerò a collezionare carta e basta.
ho fatto la lavatrice e l'ho stesa. e adesso proviamo a liberare un po' la sala.
poi ci sarà da spostare il puzzle dall'unico tavolo della casa su cui è possibile mangiare. ecco... e già tremo.

Auro - 13:32 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
domanica mattina

have you ever been in a jumbled world?

Auro - 12:19 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
un sabato sera di corsa

la vedo meno di quello che la vorrei vedere ed è sempre speciale.
adoro il suo caffé e la sua cucina. adoro il suo modo di fare. adoro i suoi cani, anche se linda è un po' troppo espansiva, e adoro il giallo.
adoro quando mi dice "ti vedo bene, non solo fuori eh..." e io rispondo "sì, strafiga..." ma so cosa intende e forse ha pure ragione, se bene significa avere più chiari i propri obiettivi e saperli raccontare, magari come in un'enorme prova generale in cui sto coinvolgendo le persone a cui voglio bene.
ZooBabele

Auro - 01:27 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
15.01.05
 
ma tu la conosci auro?

ieri sera al cinema mentre guardavo quella tristezza di film che è "ma tu la conosci claudia?" con la mia sosia protagonista, ecco, io ieri sera pensavo al mio stomaco chiuso, al mio candore, al mio orgoglio, al mio lento incedere.
ma soprattutto pensavo, fortemente pensavo, "la prossima volta il film lo decido io..."

Auro - 20:39 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
considerazione per niente autosalvifica

non sono nè stupida nè imbecille, ma ecco sì, ho raggiunto un'età in cui i rimorsi e i rimpianti si sovrappongono in maniera sparsa e non credo di avere più la voglia, il tempo, la malizia e la forza di farvi fronte.
sono una donna matura, più o meno latentemente psicotica, che ha solo voglia di vedere realizzate delle cose. che non sono aspettative o utopie, ma solo desideri, semplici desideri. perché porca merda se io sono a questo mondo e se io al mondo do' la mia energia, qualcosa il mondo dovrà pure restituirmi.
e quello che ci guadagno o è troppo poco, oppure io sono troppo miope per accorgermene (e forse questa è la parafrasi di una cosa che mi ha detto m. e che io non ho capito, ma devo aver assimilato perché è un po' che ci penso...). e comunque qualcosa a tal proposito si dovrà pur fare.
e che la realtà che mi hanno raccontato sì, è vero esiste, ma è anche vero che ne esiste un'altra con cui fare i conti quotidianamente.

Auro - 20:37 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
richiesta di spoiler

due sere fa mi sono imbambolata a fare il puzzle di haring che è definitivamente in fase di odio e amore nei miei confronti. dopo aver fatto le (poche) parti colorate mi sono trovata con il mega dilemma del resto, che è tutto bianco (cornice compresa) per circa 2/3 dell'intera figura.
mentre facevo il puzzle, o meglio, applicavo un principio incontrovertibile per cui su 30 pezzi (su circa 650) almeno un incastro fra 2 pezzi ci deve essere... (calcolate un po' come sta messa la mia capacità di analisi...). beh, mentre facevo il puzzle c'era in tv il bellissimo di rete4: the best man.
alla fine il puzzle non lo facevo più, un po' per conclamata psicosi mentale, un po' perché il film, un po' caciarone non era malaccio. e la storia mi ha aperto ferite inequivocabili.
pero' alla fine, erano le due e il film non era ancora finito e ho staccato. so che si sposano, ma non so cosa succede fra la festa di addio al celibato e il matrimonio. e questo mi dà parecchio fastidio.

Auro - 20:35 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ immagini in movimento ]
14.01.05
 
'o famo strano

il programma orgasmico del weekend è lurkare i cd che abbiamo appena comprato in ufficio: 840.000 immagini, di cui più di 200.000 fotografie.
inizio a temere che il calo di libido sia ormai in fase cronica conclamata.

Auro - 21:28 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
psicosi

non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire! non voglio sentire!
voglio solo capire. e delle risposte. che solo io posso darmi.

Auro - 21:25 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
déjà vu

dovrei parlare di film che ho visto (ma di cui ho perso il finale), di politica, di libri, di musica, di tanta musica. di facce e di chiavi di casa.
ma sono attorcigliata in una spirale che conosco benissimo e da cui vorrei solo fuggire. e che mi fa paura. ecco dovrei parlare anche della paura.
e poi comunque devo andare a fare aperitivo con s., quindi adotto l'unico stratagemma che conosco, fuggo via.

Auro - 18:46 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
13.01.05
 
cartaceo

sono stata abbonata a colors per anni. poi mi sono persa.
oggi mi sono ritrovata.
ColorsMagazine.com

Auro - 23:04 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ istantanee ]
 
considerazioni sui referendum passati e quelli non passati

se i 4 referendum per cui si voterà passano, la legge non avrà senso di esistere.
non sono una politologa, ma rispetto alla decisione della corte costituzionale credo che si debba tenere conto anche di questo.
Repubblica.it

Auro - 22:36 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ polis bergères ]
 
coincidenze, le solite...

ho un cliente che ha l'ufficio in fondo a viale monza. due o tre volte al mese mi ritrovo a fare lo stesso tragitto metropolitano, praticamente da capolinea a capolinea. e quando vado lì succedono sempre cose strane.
una volta ho avuto la mia occasione da pretty woman che ovviamente ho buttato nel cesso. un'altra volta in metropolitana ho dato delle monete ai suonatori di fisarmonica e chitarra e sono rimasti tipo dieci minuti davanti a me a cantarmi besame mucho in tutti gli arrangiamenti che mente umana (lievemente schizoide) potrebbe immaginare.
ma non succedono cose strane solo in metropolitana: prima di natale, mentre aspettavo r. all'angolo ho incontrato un'amica di mia madre che mi ha attaccato pezza raccontandomi dei suoi malanni fisici e della crisi di coppia che vive sua figlia. "tua madre sì che deve essere orgogliosa di voi tre. che bei figli che ha avuto. una donna fortunata... come stanno i tuoi fratelli?". lì ho capito che mi aveva confuso con qualcun altro.
anche oggi aspettavo r. al solito angolo e ho visto passare in bicicletta almeno una dozzina di persone: un ragazzo era bardato da ciclismo da corsa invernale e mi ha fatto molta invidia ("e se sabato andassi in fiera in bici?"), poi le signore che andavano al super, un pensionato che si è fermato a parlare con il giornalaio. un altro tipo in bici si è fermato e gli ha chiesto un'indicazione stradale. lui l'ha guardato un po' così, titubante. un po' in imbarazzo mi sono avvicinata e come mi capita spesso ho tratto dalla borsa il cappello del picolo tuttocittà metropolitano e gli ho spiegato come muoversi. quando se ne è andato il ciclista attempato mi ha detto: "si vede che è della zona, signorina...". "guardi abito a san siro". "ah. sti giovani d'oggi..." ha detto lui masticando la sigaretta fra le labbra e poi ha pedalato via.
è arrivata r., mentre prendevamo il caffé gliel'ho raccontato. ha sentenziato: "te farti i cazzi tuoi mai, eh"...
ma che palle, una non può manco essere gentile.

Auro - 22:33 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
strazio

oggi c'è stato un preciso momento in cui ho sentito il panico di non riuscire a stare dietro a tutto.
più o meno è stato quando ero al telefono con un tipo di bologna per un progetto sull'orientamento professionale, mi è squillato il cellulare aziendale ed era il mio capo, nel frattempo f. mi ha mandato un sms. ho guardato lo schermo del pc e avevo 7 mail aperte in attesa del "send", le dovevo rileggere e spedire prima della pausa pranzo.
due erano cazzibuffi diplomatici, tre erano risposte tecniche su un nostro prodotto, una era il cerotto a uno sclero ciclotimico di un mio collega, l'ultima era la revisione di un offerta da 200k euro.
ho salutato il bolognese, ho dato al mio capo la cifra che stava aspettando. ho salvato tutte le mail e non le ho spedite. ho loccato il pc secondo normativa aziendale e sono andata a mangiare con uno dei miei scrittori preferiti.
(che inconsapevolmente mi ha dato una risposta a un'annosa domanda intimista)

Auro - 22:31 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
risolvere

risolvere le sciarade, risolvere un enigma, risolvere un rebus, un problema e un'equazione.
risolvere. "che poi se non risolvi come fai? rimarrai con il rebus, il problema, l'equazione". una classica banalità che non mi ha detto nessuno, perché nessuno lo sapeva e lo sa. nessuno di quelli che avrebbero sicuramente avuto la loro da dire, l'interesse sulla cosa, l'intenzione dello sciacallaggio che ho visto fiondare su altre persone e su altri dubbi, altre sciarade. li ho zittiti tutti. hanno avuto il tempo di darsi loro una risposta. quella che volevano. vera o falsa che sia.
ho protetto me da tutto, perché bisogna essere pronti e disposti a risolvere. devono darti l'occasione di farlo, devono metterti in condizioni di farlo. devono rispettare i tuoi tempi, i tuoi ritmi, le tue necessità. devono avere rispetto, non possono schiacciarti con le loro supposizioni e i loro capricci.
devi saperlo tu quando metterti lì a risolvere. un rebus, una sciarada, un problema. non lo sanno loro, eppure è un chiedere unico.
continuo, subdolo, violento. a loro interessa il risultato, non quello che tu devi mettere in gioco per risolvere.
poi forse ti chiederanno scusa. e forse saranno anche sinceri. ma rimangono i segni e morsi. quel tempo che tu hai impiegato ricostruendo tutto, aspettando che fosse il momento giusto. quel dilemma che sai essere anche altrui. e si complica tutto. e avresti voluto solo silenzio. e tempo.
e poi una sera hai voglia di risolvere e ti trovi per due ore e mezzo a prendere il freddo del gennaio milanese nella nebbia.
e quando torni a casa, hai le dita dei piedi intirizzite, molte parole nelle orecchie, qualche linea di febbre e la strana consapevolezza di avere risolto. la certezza di non conoscerlo per nulla, ma di sapere delle cose su di lui, cose che lui ignora. e che forse un giorno gli racconterai.

Auro - 00:52 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
12.01.05
 
dimensioni

sono l'unica cretina che si infila in un negozio per cambiare una gonna comprata in saldo, acchiappa un'altra gonna (altra stoffa e altro modello) e guarda la taglia sul cartellino che penzola vicino alla cerniera.
tornata a casa, si scopre che la taglia scritta sull'etichetta cucita sulla gonna è una taglia in meno e la gonna va bene, ci mancherebbe, ma è così corta che quando mi siedo, ho freddo al culo.

Auro - 21:51 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
la sensazione

è avere 20.000 rughe in meno.

Auro - 19:27 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
11.01.05
 
a quota 8 (e chi lo avrebbe detto?)

e visto che sono matta... (e dicono che faccia un gran bene)... ve lo racconto...
DomaniSmetto

Auro - 20:09 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
io ti ho amato sempre, non ti ho amato mai

ciao fabrizio.
(simbio: inizio ad avere paura...)
e comunque oggi per la prima volta da quando lo incrocio e chiacchieriamo, il tipo che canta (malino) e suona (malino) le canzoni di de andré fra la linea gialla e la rossa a duomo stava cantando lucio dalla.
mi ha sorriso, ha strizzato l'occhio e io ho fatto cenno con la testa.

Auro - 19:25 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ musica ]
 
bilanciare il tutto

allora, vediamo un po'... lavoro in crisi nera perché non riesco a repsirare, in casa c'è così tanto casino che ci mancava solo che ieri cominciassi a fare un puzzle invadendo il tavolo, la cana mi vuole bene ma lei non fa testo, ho appena mandato a cagare l'uomo della mia vita perché ho le mestruazioni perenni, autostima costante e direi tendente all'alto (nonostante tutto). stima negli altri, non pervenuto.
però io ho un biglietto per il concerto di gianmaria testa. e vaffanculo.

Auro - 19:23 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
beati voi

domani si blogga e si rodea.
dalle 12,30 alle 14,30.
BlogRodeo

Auro - 18:47 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
10.01.05
 
da oggi riduco

che poi, se sei così cogliona, da decidere che oggi non è il 10 gennaio solo per i locali pubblici, ma anche per la tua vita... o meglio è quasi un 10 di gennaio per la tua vita, allora, sì... la gnagnera è più che concessa.

Auro - 22:49 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
quello che non riesco a dire e mi fa paura

le conseguenze che mi aspettano nascoste dietro la luce soffusa della stanza mi assalgono
comprimono il cervello, stringono la presa e mi confondo
non respiro più
lo sguardo cade su un particolare ormai dimenticato
la testa gira ferma tutto voglio scendere da questa paranoia
[...]
sei quello che è stato, sei il mio passato che non tornerà, tutto quelllo che desideravo avere tempo fa
[...]
ora che non sei più solo, ora che cosa c’è
l’incertezza di restare appeso ad un filo con la paura di volare alto
confondo nello spazio vuoto, ridendo mi nascondo, cado
non c’è più spazio per l’indecisioni prendere o lasciare accettare di cadere ancora
[66, Linea 77 e Subsonica]

Auro - 22:20 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
imparare a conviverci per poi ribellarsi

parlare con un'amica e scoprire che si ha dentro tanto di quello schifo che no, così non va bene.

Auro - 22:13 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
09.01.05
 
il risveglio dopo la tempesta

svegliarsi alle due del pomeriggio ti lascia un po' sfasata, poi bevi il caffé, prendi il miele, fai la doccia, togli un po' di cose di torno, butti via le rose e i tulipani che sono rimasti sparpagliati sul tavolo. ascolti il messaggio lasciato in segreteria e ti senti meglio, un po' stronza, ma meglio. e fai programmi per il pomeriggio. per quel che rimane del pomeriggio.

Auro - 15:34 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
tutto in due ore: sorpresa, occhi bassi e poi silenzio

ci ho pensato molto, dopo, e non ho trovato una risposta. una risposta diversa da quella, non "una risposta a caso", che gli ho dato.
l'unica risposta sincera che potevo dargli. e anche se fa male - più a lui che a me in apparenza, forse più a me che a lui in realtà.
io me ne fotto dell'ogni lasciata è persa. per la prima volta mi hanno detto cosa volevano da me, per la prima volta mi sono sentita dannatamente piccola per non poter concedere quell'attimo di respiro, piccola e idiota per averlo regalato troppo spesso in passato. piccola, idiota e scema perché so perfettamente che esistono attimi di respiro artificiali che si possono costruire dal nulla anche dal niente, ma io non ne sono capace.
piccola, idiota, scema e destinata a perdere. perdere tutto, l'affetto, la compagnia, il sostegno, la condivisione, l'essere in due, tutto tranne l'autostima quando mi guardo nello specchio.
"lasciami questo sogno disperato di esser uomo, lasciami quest'orgoglio smisurato di esser solo un uomo" (roberto vecchioni)

Auro - 02:19 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ intimismo ]
08.01.05
 
punto di vista maschile

(con il massimo rispetto per i miei amichetti, che però talvolta sono forse un po' troppo protettivi nei miei confronti)
parlare con un uomo (che fra l'altro mi conosce relativamente e quindi può infierire a piacere) talvolta fa un gran bene: allarga la prospettiva.

Auro - 20:08 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ intimismo ]
 
ma se ghe pensu

tempo per prendere la decisione: 5 minuti (sembra che la città favorisca tale pratica).
sveglia puntata alle 7. effettiva ora di sveglia ore 8 (ahem...).
e poi via, passando da comuni (o frazioni?) chiamati inverno e santa cristina. piccola deviazione per recuperare un nanetto che mi sta molto simpatico.
poi il porto vecchio, via del campo (e scoprire che qualche mese fa è morto di infarto il proprietario del negozio dedicato a fabrizio), farinata, le trofie con il pesto patate e fagiolini (debitamente accantonati sul bordo del piatto), risate, carrugi e la sopraelevata. la faccia stupita del giornalaio quando ho comprato 5 euro di quotidiani. non aver visto lei solo per questioni di difficile incastro di orari.
avvilluparsi fra gli svincoli per tornare a casa. la serravalle, la nebbia, gli asciugoni. e una compagna di viaggio che mi piace molto.
sono pure riuscita a non litigare con un prete. "pensa un po'" (cit.)

Auro - 19:58 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ a forza di essere vento ]
07.01.05
 
rassegna stampa #2

senza voler sminuire proprio nulla, ci mancherebbe... ma in prima di manifesto un paragone che fa spavento: ogni mese in africa c'è lo stesso numero di morti dello tsunami. ma per aids.

Auro - 19:00 - Scrivi/Leggi Commenti (2) [ parole ]
 
rassegna stampa #1

in prima pagina e in venticinquesima di repubblica, lodoli racconta in maniera assolutamente limpida e realistica la vita di un liceale fumatore. e chiunque ha cominciato a fumare durante il liceo non può che rispecchiarsi.
e da chiacchierate fra fumatori, mi rendo conto sempre di più che la legge antifumo mette in ansia tutti, tranne che i fumatori che sono assolutamente d'accordo con la legge.

Auro - 18:56 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]
 
ahem...

fra i buoni propositi dell'anno non c'era approfittare dei saldi.
ma non c'era neanche evitarli... soprattutto in buona e competente compagnia.

Auro - 18:49 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
scalata aziendale

in un giorno di ferie si possono finalmente osservare da una certa distanza gli effetti di una promozione sul campo.
- innanzitutto hanno finalmente detto chiaro e tondo che sono in pieno diritto di fare cazziatoni quando necessario. hanno ignorato il fatto che io sia incapace di farlo, ma almeno adesso se io volessi lo potrei fare. e magari anche sentirmene orgogliosa.
- hanno rincarato la mole di lavoro e soprattutto hanno fatto in modo che io debba lottare contro la mia indole nascosta che è quella di essere molto ordinata, ma a modo mio. e così mi trovo con una marea di documenti da preparare secondo uno standard esattamente opposto a quello che detterebbe il mio stomaco e all'unico intelleggibile dal mio cervello.
- ovviamente sono ancora sul campo produttivo (e ci mancherebbe altro...) e così mi smazzo le consegne, le telefonate dei clienti isterici, le riunioni (per lo più inutili) e il planning delle varie cose da fare, inframmezzando il tutto con telefonate laconiche in cui per lo più dico "sì, lo so... il documento XXX (cfr. punto precedente)... ci sto facendo mente locale..." e nel frattempo prendo a craniate la scrivania.
- mi hanno dato un portatile nuovo. del resto il precedente era defunto sul più bello. per puro caso anche questo ha la scocca rotta, nello stesso punto in cui era rotta quella del precedente.
- non mi hanno dato l'aumento, che è l'unico (non) effetto che davo per scontato. del resto che non potessero mandarne via un altro per dare l'aumento a me sembrava sottointeso.
- ho avuto finalmente accesso al budget complessivo della mia area e per un attimo ho provato l'effetto del gas esilarante.
- i sorrisi e i saluti dei miei peers acquisiti sono diventati più ampi e più calorosi. magari prima o poi mi invitano pure fuori a cena...
in definitiva, quindi, non è cambiato nulla. ma tutto sommato l'effetto donna in carriera mi fa arricciare il naso e mi spaventa un po'. ma ho deciso che me ne fotto, che io faccio quello che facevo prima e che dedicherò del tempo a trovare un algoritmo psicologico per il quale il mio ordine di idee trovi un punto di incontro con quello di quel maledettissimo gestionale di documentazione. prima o poi ce la farò, confido anche nell'abitudine. devo produrre una cosa come 30 documenti, dopo il decimo potrei abbandonarmi impunemente al copia e incolla, e bona lì.

Auro - 14:56 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
stratagemmi

La vanità non è uno dei peccati di Franco Battiato. L'artista italiano si è esibito mercoledì al palazzo dello sport di Logroño, in Spagna, nell'ambito della quindicesima edizione del festival Actual. È salito sul palco indossando le stessa giacca che con cui il giorno prima aveva presentato il suo film. Si è seduto su una modesta pedana e, accompagnato da un pianoforte e da un quartetto d'archi, ha annunciato un pezzo di un compositore inglese del diciannovesimo secolo e un sonetto di Shakespeare. Con lo stesso tono ha poi interpretato successi italiani degli anni sessanta e canzoni di Jacques Brel.
(dalla rassegna stampa di Italieni, che lo ha ripreso da El Mundo - ma a pagamento)
ma quanto sono orgogliosa di andare a questo concerto?

Auro - 13:18 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ musica ]
 
passa tutto, anche la paura...

basta darsi una mossa.
insomma ci sono tre o quattro cose che devo e che voglio fare.
basta decidersi a farlo.
del resto anche il mal di schiena è passato e senza analgesici, è bastato solo un lungo massaggio all'olio di rosmarino e uno sciarpone molto poco sexy indossato giorno e notte.

Auro - 11:13 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
06.01.05
 
la vendetta è uno dei piatti più estivi del mondo

... anche mangiata fra natale e capodanno...
"ma è bellissimo" ha detto lui, guardandomi la schiena.
"grazie, anche a me piace molto" ho detto io, grattandomi la testa.
"ho sempre avuto la sensazione che tu avessi le pulci..."
"e invece?"
"e invece hai una luna e un sole..."
"e non dimenticarti la stella..."
"giusto! sei una satanista pulciosa..."
"e tu, invece, fattelo dire, sei un coglione"

Auro - 02:11 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
sgomitare (e non è una metafora)

ho voglia di sgomitare. sgomitare dentro, intendo.
lo sento. sento anche che sono arrivata a un punto di stallo cronico.
e l'altra cosa che so è che non è bello svegliarmi alle sei di mattina non sapendo perché. non sempre, ma troppo spesso, alle sei di mattina. per poi riaddormentarmi dandomi della scema, perché non c'è niente che riesca a svegliarmi alle sei di mattina, se non il telefono che squilla. e io arrivo sempre troppo tardi a schiacciare quel tasto per iniziare a sgomitare anche fuori.
e sempre più lunga diventa la lista mentale che faccio delle persone che se fossero in me, forse, sarebbero anche contente. ma non sono me (e ne ringrazio il cielo).
e c'è qualcosa che devo fare, ma che non ho ancora tentato, forse. ma non mi viene in mente nulla. perché ci sono cose che ti sgomitano addosso e non sai mai come proteggerti abbastanza e anche se ti proteggi non è detto che basti.

Auro - 02:03 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
sbrojavacca

ogni tanto su wiki capita l'ora di punta dei cretini.
però con altri admin ci fanno anche grasse risate...
CassettoVariabile

Auro - 01:34 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
05.01.05
 
il surrealismo medico della Auro

auro - beh, insomma io l'ho chiamata perché mi è venuto il mal di schiena. credo di prendere degli analgesici in questi giorni, crede che sia controindicato con il farmaco?
[il farmaco è sempre il solito, non ho mai preso farmaci in vita mia che non fossero l'aspirina, la pillola, qualche antibiotico. non ho mai preso un farmaco, pillola a parte, ma la pillola - permettetemi la leggerezza - non è un farmaco ma un ibrido fra un'apprensione continua e il sesso senza menate... per più di 10 giorni e a me l'idea di prendere un farmaco per 20 e passa giorni mette ansia...]
il medico che mente (sapendo di mentire) sull'impercettibile effetto calo libido - beh, no. non direi.
auro (in un momento di massima esuberanza e minima fiducia nella persona con cui sta parlando...) - scusi se glielo chiedo, ma lei è sicuro di quello che mi ha prescritto, perché sul bugiardino c'è scritto che è controindicato contro gli analgesici e non parla minimamente di calo di libido, mentre qui mi sa che non mi porterei a letto manco la sottoscritta, che tutto sommato mi piace anche abbastanza...
lui, l'infido - beh, se lei non prende analgesici 24 ore su 24 non ci sono problemi o controindicazioni...
auro - ah, quindi è il bugiardino che bugiarda...!
lui, l'infido, ma simpatico - (ride)

Auro - 22:51 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
04.01.05
 
i'm living in a box

da grande voglio fare la consulente che a due giorni dalla scadenza è al mare e mi chiama dalla spiaggia per chiedermi "va tutto bene? qui c'è un gran sole"....
no, che non va tutto bene.
e forse è per questo che sono già grande ma faccio fatica ad ammetterlo.

Auro - 19:42 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ salario garantito ]
 
pulizie di inizio anno

per chi non se ne fosse accorto con l'anno nuovo è sparita tutta quella spatafiata di libri che stavano di qui, sulla sinistra di chi legge, ed è apparso un link che porta alle letture 2004. così se ne stanno archiviate, ma sempre a disposizione.
e sì, con un po' di pazienza, anche la tinteggiatura prima o poi cambierà.

Auro - 00:25 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ letture ]
03.01.05
 
indifferente a chiunque, anche a brad pitt nudo

quando il tipo aveva parlato di calo della libido e io mi ero detta "beh, tanto quella me la calo già da sola" (nel senso che c'ho l'ormone addormentato di mio da un par de mesi, ormai...), non avevo ben compreso cosa significasse calo della libido.
'fanculo a sto farmaco di merda.
(mancano solo altre 40 pastiglie...)

Auro - 23:48 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
obiettivi raggiunti nella giornata di oggi

- ho portato la prima infornata del finanziamento in tintoria (il taeg l'ho contrattato)
- ho deciso che l'account che ho aperto su flickr ha da essere feeddato a dovere
- ho comprato un montalban di cui si è molto parlato con amici
- ho scritto due mail a cui tenevo molto
- ho modificato la firma sul forum del bookcrossing perché non se ne può più di questi che prendono l'iniziativa
- ho aperto la busta con dentro la fattura dell'affitto e sì, in quel momento, mi son sentita morire
- ho passeggiato fra gli scaffali di feltrinelli e ho annusato l'aria che finalmente non sa più di natale, ma di vita vera, ciccia, titoli, inchiostro e stomaco.
TentativiDiFuga, Flickr, IBS, Boookcrossing-Italy.com

Auro - 23:16 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ parole ]
 
date a carmen quel che è di carmen

lei non mi è mai piaciuta e dubito che comincerà a piacermi adesso, ma stasera questa canzone ascoltata distrattamente in radio mi ha stregato.

forse non riusciro' a darti il meglio
piu' volte hai trovato i miei sforzi inutili
forse non riusciro' a darti il meglio
piu' volte hai trovato i miei gesti ridicoli
come se non bastasse l'aver rinunciato a me stessa
come se non bastasse tutta la forza del mio amore
e non ho fatto altro che sentirmi sbagliata
ed ho cambiato tutto di me perche' non ero abbastanza
ed ho capito soltanto adesso che avrei paura...
forse non riusciro' a darti il meglio
ma ho fatto i miei conti e ho scoperto che non possiedo di piu'
l'aver rinunciato a me stessa
come se non bastasse tutta la forza del mio amore...
e non ho fatto altro che sentirmi sbagliata
ed ho cambiato tutto di me perche' non ero abbastanza
ed ho capito soltanto adesso... che avevi paura
(Blunotte, Carmen Consoli)

Auro - 01:17 - Scrivi/Leggi Commenti (3) [ musica ]
 
piccole cose fra me e g.

dire "mi manchi" ogni tanto è una cosa facilissima.
può anche capitare di farlo poco prima che scocchi la mezzanotte dell'ultimo dell'anno. ti dirlo a una persona che effettivamente ti manca da morire, di cui hai un bisogno di pelle e che talvolta vorresti affianco quando senti che qualcosa non quadra o che stai per metterti a piangere. ma poi visto che non c'è butti giù le lacrime, scacci il passato, torni realista e riprendi a camminare.
l'ho fatto con una leggerezza che mi ha sorpreso, ma che non mi ha creato rammarico. lei non mi ha mai tradito, io non ho mai tradito lei. avevo (e forse avevamo) solo bisogno di starmene un po' per i fatti miei e di trovare i miei spazi. e lei i suoi. e ora forse siamo pronte a riprovare a volerci ancora bene. che ci sono i puzzle e le itache che tornano nella vita e allora quel "mi manchi" non solo ti rende più leggera, più vera, più adulta, ma soprattutto ti regala una lacrima che imboschi facilmente sul balcone di un'amica fumando una sigaretta e ti concede un sorriso che farebbe impazzire e sedurre.

Auro - 01:08 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ intimismo ]
 
living the vida loca...

shrek ha la capacità di farmi tornare bambina e in pace con me stessa, almeno per 2 ore. poi torno a essere la stessa: acida, stronza, indisponente.
ma non è così che ci vuole il cinema?
e poi si sa, io non ho mai capito cosa ci sia di bello nell'omino di pan di zucchero...
(ci sono un po' di film che vorrei vedere, fra questi - con sommo dispiacere della sorella C. - non c'è la paccottiglia cotta e ricotta di Bridget, che mi sta e mi è sempre stata un po' sull'anima...)

Auro - 00:53 - Scrivi/Leggi Commenti (0) [ immagini in movimento ]
01.01.05
 
l'anno può cambiare, ma Auro resta sempre la solita stordita

del resto non è da tutti sbagliare nel SMS di auguri (spedito a un centinaio di persone) l'anno per il quale si augura qualcosa di migliore.
e sapere che non avere i numeri di alcune persone con sè può essere scocciante.

Auro - 14:18 - Scrivi/Leggi Commenti (1) [ parole ]